Grano, annata favorevole ma si continua ad importare


“Continuano ad essere massicce le importazioni di grano dall’estero nonostante la Puglia si ponga ai vertici della produzione europea anche in termini di filiera grazie alla presenza di un considerevole numero di industrie di prima e seconda trasformazione”. Lo afferma il presidente della Coldiretti Puglia, Pietro Salcuni, lanciando l’allarme sulla situazione del grano pugliese. Ferme al porto di Bari, contenute in due navi battenti bandiere maltese e panamense provenienti da Newcastle e Montreal, ci sono, denuncia l’associazione agricola in una nota, 60 mila tonnellate di grano duro, pari ad una produzione di circa 17mila ettari. “Si tratta di grano – afferma la Coldiretti – che costa più del nostro e certamente qualitativamente inferiore al nostro dato che mai annata è stata più favorevole, con un contenuto proteico che raggiunge anche il 18% e un peso specifico tra 85 e 90 kg/hl. Nonostante ciò, i prezzi del nostro prodotto sono scesi a 26/26,5 euro al quintale. Di contro crescono i prezzi dei prodotti di panetteria e pasticceria (su base annua del 3,0% e del 2,4%). Nel passaggio dal grano al pane il prezzo aumenta quasi del 1.600 per cento, considerato che con un chilo di grano si produce un chilo di pane, e ancora nel passaggio dal grano alla pasta il prezzo lievita di quasi il 400%, considerato che con un chilo di grano si producono 650 grammi di pasta”. “I rincari del pane e della pasta – spiega il Direttore della Coldiretti Puglia, Antonio De Concilio – evidenziano una grave dipendenza del sistema industriale dall’estero. E’ quindi indispensabile ripristinare e mantenere la fiducia dei consumatori, consentendo loro di effettuare delle scelte di acquisto pienamente consapevoli basate su una completa informazione in merito alle caratteristiche dei prodotti”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.