Grano, dopo le inondazioni in Australia volano le quotazioni

Con l’Australia che si classifica al quarto posto tra i maggiori Paesi esportatori mondiali di grano, i danni alla produzione del cereale provocati dall’alluvione hanno fatto volare i prezzi delle partite dirette verso i mercati mondiali. Il grano viene attualmente pagato il 25% in piu’ rispetto allo scorso anno. E’ quanto afferma la Coldiretti in riferimento alla grave alluvione che ha raggiunto anche Brisbane dove sono state bloccate le esportazioni di grano per i danni che si sono verificati nell’area portuale. Le difficolta’ dell’Australia, che e’ un grande esportatore di grano ad alto contenuto proteico, si aggiungono alle difficolta’ che si sono verificate in altri paesi produttori come il Canada e la Germania e hanno determinato notevoli pressioni sui prezzi all’origine, causa, tra l’altro, anche delle proteste che si stanno verificando in Tunisia e in altri Paesi del mondo arabo. La produzione – continua la Coldiretti – risulta in calo anche in Italia sia per il grano duro che per quello tenero per effetto delle condizioni atmosferiche caratterizzate dall’abbondante pioggia che non ha permesso lo svolgimento regolare delle semine. Nonostante gli aumenti – conclude Coldiretti – i prezzi del grano sono attualmente inferiori del 40 per cento rispetto al valore record di 13 dollari per bushel (37 centesimi al chilo) raggiunto nel marzo 2008.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.