Grano: Federalimentare, le speculazioni mettono a rischio l’export

”I trend interessanti che l’export dell’industria alimentare sta mettendo a segno negli ultimi mesi rispetto al 2009, con variazioni oscillanti attorno al +10% e con spunti specifici molto positivi in alcuni comparti, potrebbero essere messi a rischio dalle speculazioni al rialzo che si stanno profilando nelle quotazioni internazionali delle commodity di alcune filiere”. Cosi’ il presidente di Federalimetnare Giandomenico Auricchio a proposito dell’impennata dei prezzi dei future sul grano tenero. L’export nazionale nel suo complesso il marzo scorso ha messo a segno spunti confortanti per Federalimentare. Con una quota di 30,1 miliardi di euro a marzo è cresciuto del17,1% sul marzo 2009. Mentre nel 1° trimestre ha raggiunto la quota di 75,4 miliardi di euro, con un +9,2% sul 1° trimestre 2009. Se si considera che l’anno scorso le esportazioni del Paese erano cadute del -21,4%, ne esce un buon ”avvio di recupero”. ”L’esperienza della crisi 2007-2008 è ancora fresca – afferma Auricchio -. E dimostra che l’industria alimentare è del tutto estranea ai fenomeni di speculazione, ma ne è invece vittima, per le penalizzazioni in termini di competitività che ne derivano: tanto più gravi in una fase delicata come quella attuale, di ripresa graduale dei mercati internazionali e di perdurante, grave pesantezza del mercato interno”. ”In realtà – spiega Auricchio – l’industria alimentare è costretta a importare gran parte delle materie prime necessarie alla trasformazione dei propri prodotti, diretti al mercato interno ed estero, e non ha nessuna possibilità di interferire sulle quotazioni internazionali delle commodity”. (ANSA).

Tags: ,

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.