Guidi (Confagri): non abbassare la guardia sulla suinicoltura

“I prezzi nel comparto suinicolo hanno registrato negli ultimi giorni qualche leggero segnale di miglioramento, anche perché in estate crescono i consumi, ma non si può abbassare la guardia. La situazione resta estremamente critica”. Lo ha detto il presidente nazionale di Confagricoltura Mario Guidi, intervenendo all’ assemblea degli agricoltori di Reggio Emilia. Dunque rimangono forti le preoccupazioni di Confagricoltura: le quotazioni, anche se leggermente superiori all’anno scorso, non danno redditività, perché i prezzi per l’alimentazione del bestiame, che da soli rappresentano il 70/80% dei costi produttivi, sono praticamente raddoppiati. “E’ necessario – ha detto Guidi – trovare un antidoto ad una situazione che, giorno dopo giorno, diventa sempre più insostenibile. Per questo abbiamo chiesto una moratoria triennale sui mutui bancari accesi dagli allevatori, che si sono esposti finanziariamente per i necessari investimenti aziendali e per i problemi di gestione”. Guidi si è anche soffermato sui consorzi delle Dop, ricordando che realtà come quelle dei Prosciutti di Parma e San Daniele assorbono qualcosa come 12/13 milioni di cosce. “Nell’ economia del settore i consorzi di tutela hanno grandi responsabilità che sono chiamati ad esercitare nell’interesse di tutti – ha commentato – I loro prosciutti sono il fiore all’ occhiello del nostro made in Italy e pertanto devono spuntare quotazioni remunerative, che consentano di valorizzare l’ attività di produzione. Ad essi sollecitiamo un’accorta e concordata politica quali/quantitativa”. Guidi, infine, ha posto in evidenza anche la nota dolente dell’import, proveniente soprattutto da Germania, Spagna, Olanda e Danimarca, che riguarda in particolare le cosce destinate alla trasformazione. Sono circa 40 milioni le cosce che si importano e molte di queste diventano, per strani giochi normativi, salumeria made in Italy. “Per questo – ha concluso – va rivisto il decreto salumi del 2005 che consente oggi di accomunare, sotto un’unica e generica denominazione, produzioni tra loro profondamente differenti per lavorazione, origine e qualità della materia prima”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.