Halloween business da 400 milioni, ma non per gli agricoltori

Tra dolcetti, cioccolata, zucche e maschere, Halloween, la festa delle streghe, da diversi anni importata con successo nel nostro Paese dagli Usa, farà muovere un giro di affari di oltre 400 milioni di euro: questa la stima effettuata dalla Confederazione italiana agricoltori, secondo la quale però il business non porterà guadagni per gli agricoltori. Nonostante una crescita tra il 3 e il 5% delle vendite di zucche, i prezzi sui campi, afferma la Cia, sarebbero infatti rimasti, salvo rare eccezioni, stabili rispetto al 2009, a fronte di un aumento delle spese produttive. Per l’acquisto di zucche, secondo l’associazione, si dovrebbero spendere oltre 50 milioni di euro, dei quali solo il 18% – “cifra – per la Cia – totalmente insufficiente per coprire i costi” – destinati agli agricoltori. La produzione di zucche nel nostro Paese, ricorda la Cia, si attesta attorno ai 58-60 milioni di chili, ma il suo consumo è distribuito lungo tutto l’anno, senza particolari picchi nel periodo di Halloween. L’aumento delle vendite per la festa delle streghe si registra solo per le zucche decorative, utilizzate perlopiù nei locali. In Italia questo ortaggio, di origine americana, viene coltivato in Lombardia (Mantova, Cremona, Brescia), in Emilia-Romagna (Ferrara), in Veneto (Venezia) e nella Campania. Alimento ad elevato contenuto di acqua, ha un alto apporto di vitamine, sali minerali e fibre. Tra le varietà da essa derivate, le più note sono la “Napoletana”, la “Zucca a Turbante”, la “Grigia di Boulogne” e la “Marina di Chioggia” (Zucca Barucca). La Cia ha infine voluto ricordare l’apporto degli agricoltori italiani, “in particolare donne”, nella conservazione di varietà tradizionali di zucca, come proprio la “Marina di Chioggia” del Veneto, la “zucca violina” della Valle del Mezzano a Ferrara, la zucca di Castellazzo Bormida in Piemonte e la “zucca lardaia” di Siena. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.