I pescatori sardi scrivono alla Damanaki per salvare le tonnare fisse italiane

Le tonnare sarde – le ultime tonnare fisse italiane in esercizio – rifiutano la ripartizione fatta a livello nazionale della quota di tonno rosso e scrivono alla commissaria europea alla pesca Maria Damanaki, affinché intervenga per “cercare di rendere più equa ed accettabile la divisione delle quote”. Nella situazione attuale – si legge nella lettera – il sistema della tonnara fissa a cui il Governo italiano ha riservato solo il 6,7% della quota, produrrà come unico effetto l’estinzione di un antico sistema di pesca ecologico, sostenibile e compatibile che, se potesse godere di un maggiore quantitativo pescabile, produrrebbe anche effetti benefici sull’occupazione”. Questo – aggiungono – “é assolutamente assurdo e inaccettabile, in un’area, quella del Sulcis, che attualmente versa in gravissime condizioni di crisi economica: ogni tonnara necessità per lavorare di un minimo di 35 persone per un periodo di almeno 6 mesi, senza contare la filiera che occupa altro personale per 12 mesi”. Insomma, per i responsabili di Carloforte Tonnare Piam, Tonnare Sulcitane e Tonnare Su Pranu Portoseuso che firmano la lettera, nella ripartizione delle quote di tonno rosso “é stato favorito in maniera ormai inaccettabile il sistema a circuizione” (effettuato dai pescherecci ndr). La lettera si chiude con un suggerimento: in attesa di ridiscutere la situazione nel 2013 ed evitare il peggio, “mettere in qualche modo a disposizione del sistema delle tonnare fisse la quota che é rimasta indivisa” una riserva di 53,63 tonnellate. (ANSA)
foto tratta da www.carloforte.net

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.