I surgelati tengono nonostante la crisi. Bene vegetali, pesce e pizze

Nel 2011 gli acquisti alimentari domestici sono stimati in riduzione, con una flessione della domanda piu’ marcata nel Mezzogiorno che nel resto d’Italia, ma i surgelati “tengono” pur in presenza di un mercato difficile. “In Italia – precisa Vittorio Gagliardi, presidente Istituto Alimenti Surgelati – il consumo pro – capite di prodotti surgelati e’ tra i piu’ bassi d’Europa (13.,80 kg); ben si comprende, quindi, come le potenzialita’ di crescita siano ancora piuttosto elevate, sebbene nel nostro Paese l’offerta globale del fresco sia sicuramente molto piu’ alta di quella rintracciabile nei principali Paesi europei. Dalle nostre rilevazioni (dato riferito a settembre 2011), sembra che il settore nel suo complesso stia mantenendo le proprie posizioni (+ 0.8% totale) e alcuni dei comparti “storici” del surgelato (vegetali ed ittico ma anche il segmento pizze) continuino a muoversi con buona incidenza. Nei vegetali il dato interessante riguarda i prodotti preparati (+ 11%) ai quali i consumatori riconoscono un valore oggettivo che prescinde dal prezzo.
Il comparto ittico sta offrendo ottime performance (+ 4.5% globale), a testimonianza del fatto che anche in un difficile momento economico l’italiano non rinuncia al consumo di pesce ma si indirizza con assoluta fiducia verso l’offerta del surgelato, entrato ormai assolutamente nelle sue abitudini alimentari. Ulteriori dati sembrano illuminanti in tal senso: il segmento del pesce naturale cresce del 7%, quello del mollame e crostacei del 3% ma anche il panato e pastellato regala soddisfazioni ai produttori, con un dato positivo del 3%.
Il segmento delle pizze e snacks mostra ancora una volta segnali estremamente positivi: il dato globale del + 6.5% testimonia un consumo non emergenziale ma ormai ben radicato; a riprova di cio’ segnaliamo il comparto delle pizze grandi in progresso di oltre il 7.0%.
Un segmento penalizzato nell’ultimo quadriennio, i piatti pronti, inizia a mostrare qualche timido segnale di ripresa, soprattutto nelle grandi citta’. “Nella piazza di Milano – aggiunge Gagliardi” – si registra un incremento di oltre il 5% nella richiesta di questi prodotti, perche’ il consumatore privilegia il valore del servizio rispetto alla convenienza in senso stretto, cioe’ legata unicamente al prezzo. Servizio infatti e’ da intendersi non solo nell’accezione piu’ tradizionale di comodita’ e praticita’ d’uso, ma anche di risparmio per l’assenza di scarti: i piatti pronti surgelati, infatti, a differenza degli omologhi refrigerati, non sono soggetti a problematiche di decadimento qualitativo e di tenuta organolettica legate ad una ‘shelf life’ troppo breve”. (AGI)

Tags:

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.