I vini Tre Monti tutti nuovi dentro e fuori

CANTINA TRE MONTI (7)Se chiedete ad un esperto di marketing se quanto il cambiare profondamente il “look” di un prodotto possa giovare alle vendite, probabilmente vi dirà che è un errore, che si crea confusione del cliente e si fa trasparire una “insicurezza” da parte dell’azienda.

Però chi conosce l’azienda Tre Monti e la famiglia Navacchia che da sempre la guida, sa bene che loro “sono fatti così”: amano “rinnovarsi”, offrirsi ai clienti con vestiti sempre “nuovi” e comunicare un’immagine di una azienda sempre “in movimento”.

Se poi provate a provocare i Navacchia chiedendogli se cambiano spesso solo “tanto per cambiare”, loro si arrabbiano e affermano convinti che il cambiamento scaturisce anche delle proprie esperienze e delle osservazioni che i clienti (che, come dice Michelin, sono i veri azionisti dell’azienda) hanno trasmesso all’azienda negli anni.

Nasce così il progetto delle etichette “storytellers”, le etichette che raccontano la storia dei vini che vestono, per testi ed immagini.

Ed è così che troviamo i ben conosciuti vini della Tre Monti, dal Ciardo al Petrignone, dal Boldo al Vigna Rocca, vestiti con “abiti” avvolgenti (prima novità: le etichette avvolgono la bottiglia per tutta la sua circonferenza) e quanto mai sgargianti (seconda novità: poligoni colorati, ma mai troppo invadenti, riempiono di luce e colori tutta l’area delle etichette).

Ma l’aspetto veramente innovativo del nuovo look dei vini Tre Monti consiste nel “racconto” che per testi ed immagini potremo leggere per ogni vino. Un racconto che potrà passare, per esempio, dalle immagini della vigna al perché il BOLDO si chiama così, dalla leggenda di Galla Placidia (prima estimatrice dei vini romagnoli) ai “vulcanetti” di Bergullo che “eruttano” proprio nel mezzo di una vigna di Chardonnay e che già lo Scarabelli aveva ritratto in mezzo alle vigne.

Ogni etichetta porterà il racconto della specifica annata in essa contenuta, senza dimenticare un suggerimento, mai banale o troppo tecnico, sugli abbinamenti adatti per quel vino.

Ogni anno, proprio perché strettamente legate alla storia dell’annata, queste etichette cambieranno, raccontando sempre del nuovo e preparando sempre meglio il consumatore all’assaggio.CIARDO

Ultima appendice tecnologica: ogni etichetta porterà uno speciale codice a barre, detto QR code, leggibile da ogni smartphone, che condurrà direttamente ad una riproduzione “cliccabile” dell’etichetta, in grado di “spiegare” al cliente ogni “riquadro” pittografico o testuale in essa contenuto.

Ma le nuove annate di Tre Monti in uscita in questi giorni ed ufficialmente presentate a Prowein e Vinitaly, porteranno novità non solo nell’aspetto esteriore ma anche nei vini stessi.

Tutti i vini dell’annata 2014, terminati i tre anni di “conversione” saranno infatti finalmente “biologici” , e due di questi, il SONO bianco e rosso, saranno fra i pochissimi a fregiarsi sia della certificazione biologica UE che del fatto di essere stati prodotti senza alcuna aggiunta di solfiti, rispettando così anche la normativa USA prevista per gli “Organic Wine”, ben più rigorosa di quella emanata recentemente dall’Unione Europea.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.