Idv ER: propone legge per la promozione della sfoglia

Promuovere la sfoglia emiliano-romagnola: e’ questo l’obiettivo di un progetto di proposta di legge alle Camere sottoscritto dai consiglieri regionali dell’Emilia-Romagna Franco Grillini (primo firmatario), Liana Barbati e Sandro Mandini (Idv). Il titolo del progetto e’ ”Disposizioni per la valorizzazione e la promozione della ‘sfoglia emiliano-romagnola’ e disciplina della relativa professione”. La legge prevede anche l’istituzione della figura professionale della ‘sfoglina/o”. Nella relazione che accompagna il testo, composto da 5 articoli ed un allegato, si legge che ”la sfoglia puo’ dirsi l’elemento principe di quel patrimonio culturale che ha reso la regione del Carducci simbolo nazionale ed internazionale della pasta”. ”La sfoglia impastata manualmente e’ una specialita’ antichissima”, che deriva da ”tradizioni alimentari poverissime. E’ il prodotto geniale di un’epoca caratterizzata da miseria, ingegno, capacita’ di offrire in tavola sempre qualcosa di gustoso e nutriente, in grado di fornire gioia al palato e sollievo dopo una dura giornata di lavoro. Farina e uova – si legge ancora – sono i pochi e poveri elementi con cui infatti e’ stata da sempre ‘impastata’ la sfoglia”. Dopo un excursus storico sulla ”sfoglia”, i consiglieri ricordano che la regione Emilia-Romagna ”e’ legata intimamente alle vicende storico-gastronomiche” di questa specialita’ ”che e’ oggi confezionata ‘ a mano’ in tutto il territorio” ed e’ ”base indispensabile per una serie di primi piatti ormai famosi e prodotti in tutto il mondo”. La proposta di legge, ”dedicata alla memoria di Mafalda Nanetti, madre del primo firmatario e provetta sfoglina”, ha quindi ”lo scopo di tutelare e di promuovere la piu’ antica tradizione emiliano-romagnola dell’arte di preparare la sfoglia fatta in casa e a mano, per evitare che la standardizzazione di un prodotto come la pasta, cosi’ legato alla terra, possa sottrarre gusto al cibo e dignita’ ad un alimento che e’ arte, tradizione e forte biglietto da visita turistico per la regione nel mondo”. ”E’ indubbio”, poi, – aggiungono gli esponenti dell’Idv – che ”la primogenitura della pasta all’uovo fatta in casa vada attribuita ”a Bologna”, tanto che le ”azdore (massaie bolognesi)” dicono che ”hai fatto una buona sfoglia quando sollevandola controluce vedi San Luca (il santuario che domina la citta’ dal colle della Guardia)”. Prevista dalla legge anche la costituzione del Comitato per la tutela della sfoglia. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.