Il bio in E-R salva l’agricoltura di montagna

Valmarecchia
Due aziende biologiche su tre dell’Emilia-Romagna lavorano in montagna o in collina. A metterlo in luce sono le elaborazioni Istat di Coldiretti alla vigilia del Sana, salone del biologico e del naturale che si apre domani a Bologna. Il 65,7% delle circa 3.000 aziende agricole biologiche regionali opera in zone svantaggiate di collina e montagna dove, grazie a tecniche agricole biologiche, danno un contributo importante per la salvaguardia dell’ambiente e la difesa del suolo.
La scelta della qualità e delle produzioni tipiche – sostiene Coldiretti – contribuisce a valorizzare il territorio sul piano sociale ed economico e la scelta del biologico consente la permanenza di aziende in aree dove l’agricoltura, a causa delle difficoltà ambientali, rischia l’abbandono. Il contributo che la scelta della qualità e del biologico danno alla permanenza delle imprese agricole in collina e montagna è confermato dai dati di Coldiretti Giovani Impresa regionale, secondo cui il 30% delle imprese biologiche è condotto da giovani al di sotto dei 40 anni e ben il 50% delle aziende bio ha almeno un giovane all’interno del nucleo familiare.

Un Commento in “Il bio in E-R salva l’agricoltura di montagna”

Trackbacks

  1. Il bio in E-R salva l’agricoltura di mont...

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.