Il biologico non conosce crisi e vola anche nel 2010


La crisi non frena l’ascesa del biologico. Se i consumi alimentari convenzionali ristagnano, nel 2010 il segmento ‘bio’ continua la sua corsa, mettendo a segno l’aumento piu’ elevato degli ultimi otto anni: piu’ 11,6 per cento. Lo afferma la Cia-Confederazione italiana agricoltori, analizzando i risultati dell’Osservatorio del mercato dei prodotti biologici diffuso dall’Ismea. Il biologico da ‘moda passeggera’ – prosegue la Cia – e’ divenuto vera e propria abitudine di spesa, come evidenzia la presenza massiccia dei prodotti bio non piu’ solo nelle botteghe al dettaglio ma nelle catene della Gdo. Infatti, anche se i negozi tradizionali mantengono il primato con una quota del 29,3 per cento, crescono le vendite di prodotti biologici negli ipermercati (piu’ 18,2 per cento) e nei discount (piu’ 14,9 per cento). A trainare la spesa bio nel 2010 – osserva la Cia – risultano il comparto lattiero-caseario (piu’ 13,2 per cento), le bevande analcoliche (piu’ 12,8 per cento) e biscotti, dolciumi e snack (piu’ 13,5 per cento). Piu’ contenuti gli incrementi di uova (piu’ 7,4 per cento) e ortofrutta fresca e trasformata (piu’ 4,2 per cento). Queste categorie rappresentano insieme ben il 66,5 per cento del valore totale dei consumi biologici. Corrono anche i prodotti per l’infanzia (piu’ 33,6 per cento), pasta e riso (piu’ 22,3 per cento), pane e sostituti (piu’ 12,3 per cento) e salumi ed elaborati di carne (piu’ 56,4 per cento), ma per quest’ultimi il peso sul valore complessivo degli acquisti bio domestici e’ molto inferiore e pari ‘solo’ al 13 per cento. Inoltre – continua la Cia – anche se il consumo dei prodotti ‘bio’ resta fortemente sbilanciato nei territori dell’Italia settentrionale (la cui incidenza sugli acquisti totali supera il 70 per cento), nell’aggregato ”Mezzogiorno piu’ Sicilia”, i consumi biologici sono aumentati nel 2010 del 21 per cento. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.