Continua il momento d’oro del bio ma calano gli ettari coltivati

biologico 1

In un momento dove, a causa della crisi, i numeri con il segno meno sono all’ordine del giorno c’è un settore che va in controtendenza: è quello dei prodotti biologici che sembrano non conoscere recessione. Nel 2008 nella grande distribuzione, che da sola vale il 30% del mercato (in totale tra i 2,8 ed i tre miliardi), il comparto ha fatto segnare un +8,5% in quantita’ e +7,4% in valore (+5,6% nel 2008 e +12,1% nel 2007). La crescita e’ piu’ robusta nei negozi indipendenti (+10%) ed in quelli in franchising (+15%). A dirlo e’ Paolo Carnemolla, presidente di Federbio, l’associazione delle aziende del settore alla vigilia dell’apertura a Bologna della 21/a edizione di Sana, il salone internazionale del naturale. A questo dato positivo si contrappone però il calo degli ettari coltivati con metodo biologico, un calo che ha portato la Spagna a superare l’Italia nella leadership europea (1,3 milioni di ettari contro un milione). E proprio la diminuzione delle superfici (-4% in Emilia-Romagna che invece e’ prima per volume di consumi) per la mancanza di adeguati incentivi sara’ uno dei problemi posti all’attenzione del ministro dell’Agricoltura Luca Zaia che domani inaugurera’ il salone. Se l’alimentare biologico va bene, tira anche il cosmetico bio (un altro dei pilastri del salone). Nel 2008 la spesa totale e’ cresciuta dell’1%, quella del comparto bio del 3,7%. Quindi quasi quattro volte di piu’ e le previsioni per il 2008 – ha spiegato Antonio Argentieri, presidente di Unibio, l’associazione di settore aderente a Confindustria – indicano che il settore complessivo chiudera’ con un segno meno, non sara’ cosi’ per quello bio che fara’ segnare un piu’ 2,5%. L’attenzione crescente degli italiani verso tutto cio’ che e’ biologico e naturale e’ confermato dalle risultanze dell’indagine svolta dall’Osservatorio permanente sui consumi diretto dal sociologo Paolo Fabris. I consumatori del biologico sono saliti dal 8% del 1994 al 27% del 2009 e ben il 40% e’ disposto a pagare di piu’ se cio’ che compra e’ naturale, in tutta la filiera, dalla produzione fino allo smaltimento, mentre il 52% dei connazionali e’ convinto che mangiando bio ne guadagnerebbe la salute di tutti. Piu’ in generale il biologico piace ai giovani, fra le persone mature, fra i piu’ scolarizzati senza distinzione fra uomo e donna e va forte anche nei centri di minore dimensione dove forse e’ piu’ facile trovare una delle 2000 aziende che fanno vendita diretta.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.