Il cibo bio non conosce crisi. A dicembre +11,5%

La crisi economica non ferma l’ascesa inarrestabile del biologico. Se i consumi alimentari ‘convenzionali’ tirano il freno (meno 0,6 per cento nel 2010), il segmento ‘bio” continua la sua corsa, con un incremento dei consumi dell’11,5% a dicembre. E le stime sul totale dell’anno lasciano pensare a una crescita comunque superiore al 10 per cento. Lo afferma la Cia-Confederazione italiana agricoltori, rappresentata nel biologico dalla sua associazione Anabio, in occasione di ”Biofach 2011”, la fiera del biologico che si tiene a Norimberga fino al 19 febbraio. Il boom dei consumi bio, secondo la Cia, e’ ”una tendenza destinata a consolidarsi anche nel primo scorcio del 2011, complice anche l’allarme diossina scoppiato in Germania su uova, polli e carne di maiale. Proprio le uova biologiche, infatti, hanno segnato dall’inizio dell’anno una crescita dell’8 per cento, anche se a trainare la spesa biologica resta ancora il comparto dei cereali e derivati (con aumenti oltre il 15 per cento), il settore lattiero-caseario (piu’ 11 per cento) e l’ortofrutta fresca e trasformata (piu’ 5 per cento)”. Il trend positivo del biologico e’ realta’ da almeno tre anni. Nel 2008 e 2009, nel pieno della crisi, il segmento e’ cresciuto, rispettivamente, del 5,2 per cento e del 6,9 per cento. Inoltre – continua la Cia – anche se il consumo dei prodotti ‘bio’ resta fortemente sbilanciato nei territori dell’Italia settentrionale (la cui incidenza sugli acquisti totali supera il 70 per cento), ora comincia a crescere anche al Sud. Solo in Sicilia, nei primi tre trimestri del 2010, i consumi biologici sono aumentati del 25,3 per cento. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.