Il cioccolato Bonajuto di Modica citato da rivista USA Hypertension come “alimento funzionale”

Il cioccolato scuro, inserito in un contesto alimentare globalmente sano, può far bene alle arterie, come è ben noto. Un tipo di cioccolato particolarmente funzionale – termine con cui si indicano i cibi che possono avere virtù salutistiche oltre che nutritive – è il cioccolato Bonajuto di Modica. Proprio per la particolare lavorazione a freddo, tramandata nei secoli dalla famiglia siciliana, si tratta di un cioccolato assai ricco in flavonoidi, cioè nelle sostanze responsabili della peculiare protezione offerta dal seme del cacao. Ciò è stato accertato in uno studio clinico condotto dall’Università dell’Aquila e di recente pubblicato dalla prestigiosa rivista scientifica statunitense Hypertension, organo ufficiale dell’AHA, l’American Heart Association.
Lo studio è firmato dal gruppo di ricerca del Dipartimento di Medicina Clinica, Sanità Pubblica, Scienze della Vita e dell’Ambiente diretto dal Prof. Claudio Ferri e da essa emerge che quello di Modica ha non soltanto le già note proprietà antiipertensive del cioccolato scuro ma, per il suo altissimo contenuto in flavonoidi, può anche migliorare la funzione delle arterie – rendendo la loro dilatabilità più spiccata – anche in condizioni sfavorevoli quali quelle successive all’assunzione di zucchero. “Un alimento-farmaco, insomma – ha spiegato il prof. Ferri – che associa alla componente nutrizionale le proprietà curative dei principi attivi naturali in esso contenuti”.
Il team del Prof. Ferri, coordinato dal Dott. Davide Grassi, in particolare, ha condotto questa ricerca in un campione di 12 volontari sani ed ha accertato come l’assunzione giornaliera di 10 grammi di cioccolato scuro Bonajuto fosse in grado di migliorare la funzionalità vascolare, riducendo anche la rigidità delle arterie. Dallo studio è anche emerso come il cioccolato realizzato a freddo protegga le arterie anche dal danno provocato da un carico alimentare di glucosio. Risultati sorprendenti, insomma, come dimostra il rilievo dato alla notizia non soltanto da Hypertension.
“Da qui – ha sottolineato il Prof. Ferri – la definizione di alimento funzionale che possiamo oggi dare al cacao. D’altronde, anche secondo l’autorevole parere dell’EFSA (European Food Safety Authority) – in larga parte fondato proprio dalle ricerche condotte da Ferri e Grassi – una quantità di flavonoidi pari a circa 200 milligrammi, quale quella contenuta in 10 grammi di cioccolato nero, è in grado di migliorare la funzione delle nostre arterie e, quindi, apportare un beneficio alla nostra salute”.
Il cioccolato nero Modicano dell’Antica Dolceria Bonajuto (80% cacao – cioè più di 500 mg di flavanoli, cioè la più rilevante sottoclasse di flavonoidi) usato nello studio di Hypertension rispetterebbe tutte le indicazioni nutritive suggerite dall’EFSA. Per questo potrebbe essere considerato come un cibo sano, da introdurre nella dieta al fine di favorire la protezione cardiovascolare. Questo vantaggio è specificamente dovuto al trattamento a freddo del cacao, differente da quello a caldo usato per la preparazione delle altre tradizionali – tavolette e cioccolatini – che permette di tornare alla naturalità persa nei diversi passaggi produttivi industriali. Il rispetto della natura consente, quindi, al cibo di diventare nutraceutico, cioè di svolgere funzioni non solo nutritizie, bensì anche protettive per la salute.
Un’evidenza scientifica, quella attribuita al cioccolato di Modica Bonajuto dal mondo accademico e dalla comunità scientifica internazionale, che gli attuali titolari dell’azienda, Franco e Pierpaolo Ruta, accolgono con grande soddisfazione ed emozione.
“E’ un riconoscimento importante per la nostra famiglia – spiegano i Ruta, discendenti della famiglia titolare a Modica della più antica fabbrica di cioccolato in Sicilia – perché premia l’intuito dei nostri antenati che, credendo nelle potenzialità del cioccolato di Modica, hanno investito tempo e risorse in un modello virtuoso di azienda che guarda alla tradizione e al territorio. Proprio per questo desideriamo condividere questo riconoscimento delle virtù salutistiche del cioccolato di Modica con tutta la comunità cittadina dove oggi, dopo più di un secolo, l’eredità immateriale di Bonajuto, dolcieri e “ciucculattari”, si è trasformata in risorsa economica, e dunque in sviluppo sociale e culturale di un intero territorio”.
E la ricerca continua: il prossimo studio clinico dell’Università dell’Aquila avrà per protagonista un Cioccolato di Modica “light”, appena formulato dalla Dolceria Bonajuto con un dolcificante di origine naturale che lo renderà ideale per i diabetici.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.