Il latte della mamma: diventa gelato e orienta i sapori

Il latte materno, insostituibile. E cosi’ diventa protagonista dal Regno Unito agli States. In questi giorni infatti una gelateria inglese mette in vendita un gusto che combina vaniglia , scorza di limone ,e appunto latte fornito da 15 mamme donatrici . A Covent Garden qualche consumatore si e’ detto schizzinoso (oppure e’ stato bloccato dal prezzo 14 sterline ) e per tutta risposta Matt O’Connor, il creatore del gelato, ha affermato che “ e` puro, organico e completamente naturale “ E una delle mamme donatrici , Victoria Hiley, ha dichiarato “Se solo gli adulti si rendessero conto di quanto e` saporito il latte materno, molte piu` donne allatterebbero i propri figli.
Anche perche’ l’allattamento consente di dare ai propri figli l’abitudine ai sapori. E qui entriamo dalle news di costume alle ricerche della scienza, perche’ a dirlo e’ l’universita’ di Philadelphia . Secodno lo studio, il periodo dai 2 ai 5 mesi è determinante per “costruire” il palato del neonato ,il che significa che la mamma è in grado di orientare le scelte alimentari future del proprio figlio. I ricercatori hanno dimostrato la loro teoria dando sistematicamente ai neonati un latte artificiale arricchito dal sapore amarognolo e acido, che però i piccoli hanno continuato a cercare ed apprezzare anche nei mesi successivi e fino all’adolescenza. Bambini a cui questo latte era stato dato dopo i sei mesi di vita, invece, lo hanno rifiutato. Ci sono anche motivazioni bio chimiche e bio fisiche rispetto al fenomeno che il sapore del latte della madre influenzi i gusti del bambino, e si tratta di comportamenti che gia’ le nostre nonne conoscevano. Vale a dire il fatto che durante la gravidanza e subito dopo il bambino assorbe sostanze e sapori di cio’ che la mamma assume attraverso il cibo . Se, ad esempio, una donna incinta mangia molti calvolfiori, assorbirà delle molecole solforate che, trasmesse attraverso il latte, permetteranno al figlio di apprezzare un alimento non sempre amato durante l’infanzia”. La composizione nutritiva del latte materno però è tanto preziosa quanto delicata e alterabile, per questo e’ necessario astenersi da fumo e alcool perche’ in questo caso il bambino assorbirà sostanze tossiche.
La possibilità di produrre latte scarsamente nutritivo dipende anche da fattori indipendenti dalla volontà dei genitori. Proprio in questi giorni i ricercatori dell’Università di Granada e dell’Ospedale San Cecilio, in Spagna, hanno scoperto che il parto prematuro impoverisce il latte materno, in questi casi carente dell’enzima Q10.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.