Il mondo del vino punta alla semplificazione. Le proposte del Comitato nazionale

barrique 2Semplificazione nella gestione dell’impresa vitivinicola, stop alle duplicazioni degli oneri burocratici, riforma che guardi al mercato. Sono le tre proposte formulate all’unanimita’ dalle diverse anime che compongono il Comitato nazionale Vini riunitosi presso il ministero delle Politiche agricole per un confronto sull’articolato presentato come ‘base di lavoro’ dal ministro Luca Zaia. Confronto che continuera’ martedi’ 13 ottobre, quando e’ stato fissato l’incontro con le associazioni di categoria. Nel dettaglio le proposte, che, qualora fossero confermate, determinerebbero una netta sterzata verso la sburocratizzazione, sono: eliminare gli albi dei vigneti e gli elenchi vigne facendo un unico riferimento alle unita’ vitate dichiarate nello ‘schedario viticolo’ presso le Regioni; una riforma che guardi meno alla produzione e piu’ alla commercializzazione; l’introduzione obbligatoria dell’annata di produzione sull’etichetta dei vini a denominazione.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.