Il prosciutto cotto è il più amato dagli italiani

Nel 2010 gli italiani hanno consumato 18,9 chilogrammi di salumi a testa, con un incremento del 3,1% rispetto all’anno precedente. Il salume più amato è stato il prosciutto cotto, anche se il primato per la produzione nazionale nel settore resta sempre al crudo. Lo segnala l’Assica, l’associazione che riunisce gli industriali delle carni, che ha presentato uno studio basato su dati Istat e aziendali. La disponibilità totale per il consumo nazionale è stata nel 2010 di 1.139 milioni di tonnellate (al netto del saldo import-export e scorte) con un incremento del 5,4%. In sostanza la carne suina è riuscita a sfruttare con successo il vantaggio derivatole dai prezzi contenuti (sostanzialmente sugli stessi livelli dell’anno precedente). Prosciutto cotto e crudo hanno confermato la loro posizione leader del settore, rappresentando insieme il 52,1% in valore. Il cotto è leader dei consumi con il 25% del mercati, il crudo si ferma al 22%. In crescita significativa anche le quantità prodotte di mortadella, salite a 176mila tonnellate, e dei wurstel, che hanno registrato un aumento del 3,9% sia in quantità (66.400 tonnellate) sia in valore (237 milioni). Sono questi i prodotti più amati dagli italiani dopo il prosciutto e prima del salame (l’8% dei consumi del 2010 con una produzione di 111.500 tonnellate). In discreta crescita infine la produzione di pancetta (+0,9% per 53.500 tonnellate) mentre è risultata stabile quella della coppa con 43.500 tonnellate. Buon trend anche per lo speck (+6%) e per la bresaola (+0,6%). Ben 34 salumi italiani hanno ottenuto un riconoscimento Dop o Igp e rappresentando un terzo del patrimonio di prodotti carnei europei. Un dato fondamentale per la promozione dell’export che ha segnato del 2010 un +13,2% in quantità e valore. “Un risultato straordinario che conferma come l’export rappresenti una risorsa essenziale per il nostro settore su cui continuare a puntare ed investire”, ha commentato Lisa Ferrarini, presidente Assica, che sul 2011 ha aggiunto: “I dati parlano di un 8% di incremento sull’export ma di una flessione nel mercato interno. E’ un momento in cui la nostra filiera sta soffrendo non poco”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.