Il sabato di Cesena in Fiera

Spazio al cibo (dalle Osterie al Pesce fa bene-ficenza) , alla cultura (apre la mostra di “pezzi” d’antiquari) e alla tradizione (fischietto, aglio e lavanda). Torna sabato 25 giugno «CESENA IN FIERA” , la moderna versione della Fiera di San Giovanni . Cosi’ commenta Paolo Lucchi, sindaco di Cesena inaugurando la kermesse- è un forte momento di socializzazione e un’occasione preziosa per goderci la nostra città. E –aggiunge- per farla godere anche a turisti e agli abitanti dei territori limitrofi. Poi, mi piace questa capacità di aver mantenuto le tradizioni dell’incontro e del commercio, oltre alla valorizzazione degli antichi simboli quali lavanda ed aglio, oltre al più recente fischietto». Sulla grande opportunità di stare assieme e socializzare insiste anche Domenico Scarpellini, Presidente di Cesena Fiera, che organizza la rassegna nel centro città, e prosegue «non a caso la formula che abbiamo adottato per rinnovare l’antica Fiera del Patrono è stata copiata da tante città, perchè vincente l’abbinamento che facciamo di cultura, spettacolo (oltre 250 appuntamenti tutti gratuiti), commercio e valori religiosi».
E a proposito di cultura, proprio sabato 25 giugno si è scelto di inaugurare alla Galleria Comunale d’arte la Mostra “Le terre della pittura, Tra Romagna e Marche”, dove sono esposte opere provenienti dalle raccolte private di grandi antiquari. Tale “ghiotta” occasione di ammirare opere forse mai (o pochissimo viste) prosegue fino al al 28 agosto (a cura di Massimo Pulini e dell’Assessorato alla Cultura).
Si ricorda che la Mostra di pittura in Galleria ex Pescheria, a cura dell’ADARC Associazione degli Artisti Cesenati, e la “Collettiva di Pittura” in Galleria Cesuola a cura di Pro Natura Cesena. E dalle ore 20, via della Pescheria diventa “La Via degli Artisti”, con una estemporanea di pittura. E nella Chiesa dell’Osservanza, alle ore 21 c’è la decima edizione di “Cesena in Coro”, la Rassegna di musica corale a cura di Alio Modo Canticum.
Una delle tradizioni che si sono mantenute nella “moderna versione” della festa del Patrono è quel “grande mercato” che richiamava tante genti dal contado (come scrivevano gli antichi cronisti). Così nelle vie e piazze medievali del centro, e nei più recenti viale Mazzoni e via Battistini c’è una forte offerta commerciale di vario genere. A iniziare da “Ambulanti in Fiera”, con 100 banchi, per proseguire con la “Fiera Antica” (artigianato, erboristerie, curiosità), con il “Punto Verde” (piante e fiori) e con la “Via Verde” (via Battisti che ospita i colori dei fiori e delle piante). Nei corsi Mazzini e Garibaldi si ammira la “Mostra Campionaria” e in piazza della Libertà il Salone d’Estate dell’auto.
Durante CESENA in FIERA vengono aperti vari punti di ristoro, soprannominati “Osterie”. All’Osteria del Mare (piazza Almerici) si gusta pesce e poi in altri luoghi del centro storico si sonoci sono l’Osteria dei salumi romagnoli (piazza della Libertà), il Chiosco Romagnolo che fronteggia il Posto fresco (frutta e dessert da passeggio), in piazza Aguselli, l’Osteria Emiliana in piazza Amendola e l’Osteria del Toscano in via Battisti. Un tocco di internazionalità viene dalla novità del “Chiosquito Argentino” in piazza Fabbri, dove sono servite carni della Pampa e dal “classico” ristorante greco.
Quest’anno a CESENA IN FIERA si accentua il lto della solidarietà, addirittura dedicandovi piazza Guidazzi cove c’è “Il Pesce fa Bene-ficenza”, pesce dell’adriatico cucinato dai pescatori dell’Associazione “Tra Il Cielo e il Mare” sotto la supervisione di Orizzonti Onlus e della Fondazione Romagna Solidale. I soldi raccolti verranno dati alla onlus Icaro per il progetto “Nutrir”, contro la denutrizione infantile in Venezuela. E la sera musica e intrattenimento: sabato 25 in piazza Guidazzi alle ore 22, i suoni di Juke Box Live.
Per chi gradisce assaggi e sfizioserie, vi sono altre proposte, ad esempio, in Corte Dandini, diventata “La Corte della Sosta” (cocktail, spuntini, musica), in piazza Amendola con “Baricentro” (mangiari freddi), in piazzetta Cesuola dove “Il Lego in piazzetta”attende i visitatori, in vicolo Cesuola c’è il “Ristorante La Grotta”, in via Strinati campeggiano “Le Bontà di Orocarni”, mentre la via Battisti si trasforma in “Bouvelard Battisti”, con pesce, antiquariato, vini e vivande.
Per acquistare sapori del territorio e di altre Regioni, ecco “Appennino in Tavola” che concentra in piazza Almerici parecchie offerte di prodotti romagnoli e di altre zone.
Per i più piccoli c’è il Luna Park, in viale Mazzoni. Piazza Aguselli in occasione di CESENA IN FIERA diventa Una piazza in festa, trasformandosi nel punto centrale degli spettacoli. Sabato 25 alle ore 21:15 esibizione di Macola e Vibronda.
Al Teatro A. Bonci (ore 21) c’è DANCE GRAND PRIX, Festival Internazionale della Danza. Da segnalare “Art&Mercato” organizzata nel Giardino Pubblico di corso Garibaldi. E ai Giardini alle ore 19 si terrà il Concorso “Il Nocino più buono”, Premio al miglior nocino fatto in casa, a cura della Scuola Assofioristi e Daniela Corrente
Un’altra tradizione è la “Lotteria di San Giovanni” (in piazza Giovanni Paolo II), la cui estrazione si terrà il 26 sera.
San Giovanni è legata alla magia (quella “rossa” d’amore) e a Cesena, appena scendono le ombre della sera, ci sono le “Vie della Magia” (piazza Amendola e dintorni) con cartomanti, artigiani e speziali, in collaborazione con Associazioni dei Commercianti e la Sezione femminile della C.R.I., le cui componenti nello stand confezionano bellissimi mazzi di lavanda aglio e fiori.
Nelle giornate di Cesena in Fiera il Comune organizza la bella e interessante iniziativa “I viandanti ad San Zvàn”: sabato 25 alle ore 21 (ritrovo allo IAT di piazza del Popolo per i prenotati allo 0547 356327) il tema è “La foresta nel cuore” escursione sui miti delle foreste (la storia di S. Giovanni è metafora del rapporto fra uomo e natura).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.