Il vino e’ il nostro ambasciatore, ma non possiamo ancora parlare di ripresa

”Il vino e’ ambasciatore italiano nel mondo e siccome facciamo un buon vino e’ un buon ambasciatore”. Lo afferma il ministro dell’Agricoltura, Saverio Romano, inaugurando il Vinitaly di Verona. ”Il vino e’ l’unico prodotto che viene consumato in oltre 150 Paesi del mondo: e’ forse il prodotto piu’ diffuso in assoluto – aggiunge Romano – e la mia battaglia sara’ quella di tutelare la qualita’ del vino italiano perche’ non potremmo mai competere sulla quantita’ ” contro molti produttori mondiali. Ribadendo la sua contrarieta’ agli ogm, il ministro ribadisce ”una spietata lotta alla contraffazione”, annunciando che nel comparto dell’olio d’oliva ”e’ pronto un decreto per l’etichettatura dell’olio prodotto con olive italiane e lavorato in Italia”.
”Non possiamo ancora parlare di ripresa, ma c’e’ ottimismo, c’e’ un diverso spirito” rispetto alla recente crisi che ha colpito il settore del vino. Lo afferma il presidente di Veronafiere, Ettore Riello, inaugurando la 45/a edizione di Vinitaly, il piu’ grande salone mondiale del vino e dei distillati. ”Siamo piu’ grandi del 40-50% della Fiera di Bordeaux in Francia, la seconda al mondo”, ricorda Riello, che annuncia per l’anno prossimo una novita’ di calendario: il Vinitaly iniziera’ di domenica per concludersi a meta’ settimana, ”venendo cosi’ incontro alle molte richieste degli operatori che chiedono una platea sempre piu’ specializzata”, aggiunge il presidente di Veronafiere. Tutto lo spazio espositivo a disposizione e’ stato occupato da Vinitaly 2011, con oltre 4 mila espositori su piu’ di 92 mila metri quadrati netti, con operatori provenienti da oltre 30 Paesi mondiali.
”Se guardiamo i dati economici del comparto possiamo affermare con certezza che il vino italiano e’ un capitale, una vera e propria punta di diamante del nostro sistema agroalimentare. Cosi’ ha proseguito il ministro delle politiche agricole Saverio Romano all’inaugurazione di Vinitaly, nell’esprimere ”un ringraziamento alla Regione Veneto ed il presidente Luca Zaia, l’onorevole Russo, il presidente Miozzi, il sindaco Tosi e Veronafiere, che ha dimostrato negli anni di essere un punto di riferimento assoluto nel campo vinicolo”. ”Vinitaly – aggiunge Romano – rappresenta, fin dalla sua nascita, un momento fondamentale per il comparto, un’occasione unica per sottolineare, anche sotto il profilo vitivinicolo, la centralita’ dell’Italia a livello internazionale”. ”Per festeggiare i 150 anni dell’Unita’ del nostro Paese – prosegue Romano – non esiste nessun comparto, piu’ di quello vinicolo, che abbia titoli e onori per rappresentare un’Italia unita, una nazione in grado di esprimere in tutti i suoi magnifici territori una qualita’ diffusa nella coltivazione della vite”. ”Desidero aprire un dialogo proficuo, costante e attivo con le Regioni, con le organizzazioni professionali e con tutti i protagonisti – aggiunge il ministro – affinche’ nelle sue varie sedi il vino abbia il giusto riconoscimento per il proprio alto e significativo valore”. ”Sul fronte interno – continua Romano – la sfida dei prossimi anni sara’ quella di riconquistare l’affezione degli italiani al vino. Bisogna ripartire dalla comunicazione del prodotto, specialmente verso i nostri giovani”. ”La qualita’ ormai e’ una premessa per la competizione mondiale e i produttori italiani hanno dimostrato di averlo capito da tempo – conclude Romano – Il ministero, come richiesto dalla riforma dell’Organizzazione Comune di Mercato del 2009, entro dicembre presentera’ all’Unione Europea tutti i dossier completi dei vini italiani tutelati”.
Infine una notizia per il Vinitaly prossima edizione: dal 2012 la manifestazione aprira’ i battenti la domenica. L’edizione del prossimo anno andra’ dal primo al 4 aprile. ”E’ una scelta che portera’ innegabili vantaggi per gli espositori – ha spiegato il presidente del Veronafiere Ettore Riello – per il business e la cultura del vino. Un cambiamento che viene incontro alle esigenze di mercato”. Secondo Riello la nuova configurazione dara’ soprattutto l’opportunita’ della presenza di clienti business proveninenti da oltre 110 Paesi che potranno utilizzare il fine settimana per programmare il loro viaggio. Il nuovo calendario infine con altre rassegne europee che si spostano in date diverse consentira’ a Vinitaly di implementare la propria presenza sui mercati tedeschi e dell’Europa dell’Est.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.