Immigrazione: Coldiretti, 1 lavoratore su 10 in agricoltura è straniero


Nei campi quasi 1 lavoratore su 10 e’ straniero. E’ quanto afferma, in una nota, la Coldiretti in riferimento all’avvio del primo click day di questa mattina per l’assunzione regolare di un primo contingente di 52.080 cittadini extracomunitari, molti dei quali troveranno lavoro nelle imprese agricole dove il loro contributo e’ divenuto indispensabile. La presenza dei lavoratori stranieri impegnati nelle campagne italiane, spiega la Coldiretti, e’ salita a quota 106.058, in aumento del 2,03% e oggi la forza lavoro estera rappresenta quasi il 9,15% del totale impiegato in agricoltura. Tra gli stranieri nelle campagne prevale la presenza dei lavoratori neocomunitari di provenienza principalmente rumena, slovacca e polacca; tra quelli extracomunitari si stabilizza invece il numero di albanesi e cittadini dell’ex Jugoslavia, mentre aumentano gli asiatici (India) e nordafricani (Marocco). La presenza di lavoratori immigrati, conclude la Coldiretti, e’ divenuta indispensabile per le produzioni di qualita’: dagli allevamenti dei bovini di razza piemontese a quelli delle vacche per il parmigiano reggiano, dove quasi 1 lavoratore su 3 e’ indiano, mentre in Abruzzo il 90% dei pastori e’ macedone. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.