Imu: Agrinsieme, bene abolizione, altra scelta sarebbe stata incomprensibile

casa rurale
”Salvo vedere i particolari, è comunque un’indicazione positiva perché sarebbe stata incomprensibile una scelta diversa”. Lo sottolinea Agrinsieme, il coordinamento di Cia, Confagricoltura e Alleanza delle cooperative, precisando di ”aver recepito dai ministri dell’Economia Saccomanni e dell’Agricoltura De Girolamo l’abolizione della seconda rata Imu per i fabbricati rurali e solo per alcune categorie di terreni”. ”E’ importante l’indicazione dell’inserimento nella Legge di stabilità di una revisione della fiscalità agricola – aggiunge Agrinsieme – non ne conosciamo ancora i dettagli ma vogliamo pensare – commenta Agrinsieme – che sia orientata a rendere più coerente la pressione fiscale sulle imprese agricole con la loro capacità di produzione di valore, abbandonando progressivamente una tassazione patrimoniale che crea distorsioni e confonde patrimonio e beni strumentali necessari all’attività di impresa”. Secondo il Coordinamento ”la fiscalità non può colpire beni strumentali indispensabili all’attività d’impresa, la peculiarità dell’agricoltura, con l’utilizzazione di terreni e fabbricati che è oggettivamente diversa da qualsiasi altra attività produttiva”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.