Imu: obiettivo raggiunto, ma gli agricoltori pagano il doppio rispetto all’Ici

Obiettivo centrato per il gettito Imu, che a giugno si attesta a 9,5 miliardi. Hanno versato 23,8 milioni di contribuenti su una platea di 25,5 milioni. L’importo medio dei versamenti è stato di circa 400 euro. Per fine anno ad aliquote costanti l’incasso sarà di 20 miliardi. Sulla base di quanto versato finora dai contribuenti e indicato nelle deleghe di pagamento, si può proiettare a fine anno un gettito teorico pari a 19,2 miliardi. A questo importo occorre aggiungere la stima del gettito Imu che entrerà nei prossimi mesi: versamenti relativi a fabbricati rurali da accatastare entro novembre che verseranno con il saldo di dicembre (70 milioni di euro) e versamenti per immobili non dichiarati in catasto.
Sono le cifre fornite dal sottosegretario all’Economia Vieri Ceriani, ma sulle cifre relative al gettito proveninete dalle aziende agricole è polemica.
“Il problema non è chi ha torto o ha ragione – risponde il presidente di Confagricoltura Mario Guidi al sottosegretario Vieri Ceriani – anzi ci auguriamo di esserci sbagliati. Il problema è se il settore agricolo potrà sopportare questo incremento di fiscalità”. “Attendiamo di vedere a quanto ammonterà il carico fiscale per le imprese agricole a dicembre – continua il presidente di Confagricoltura – quando sarà stata versata l’imposta anche per i fabbricati rurali non accatastati. A quel punto tireremo le somme. L’unica cosa certa, ad oggi, è che gli agricoltori hanno pagato di Imu dal doppio a tre volte della vecchia Ici”.
Sulla stessa lunghezza d’onda anche Massimo Bagnoli, presidente del Caf della Cia-Confederazione italiana agricoltori “I dati sono ancora incompleti per tirare le somme – dice – bisognerà capire a fine anno, voce per voce, quali sono stati gli effetti dell’ Imu sulle imprese agricole. Una cosa è certa. Già ora le aziende ci dicono di aver pagato di più”. “Bisognerà anche vedere quanto ha inciso l’esclusione decisa per le zone di montagne e per le zone terremotate – conclude Bagnoli – Insomma, aspettiamo di avere i dati definitivi. Per ora risultano curiosamente inferiori alle stesse proiezioni rese dal Ministero”.

Un Commento in “Imu: obiettivo raggiunto, ma gli agricoltori pagano il doppio rispetto all’Ici”

  • giuditta scritto il 5 gennaio 2013 pmsabatoSaturdayEurope/Rome 15:10

    ma non era ora che pagassero anche gli agricoltori? Perché pago l’IMU e prima ICI io che ho 90 anni ed una pensione di meno di 600 euro al mese mentre il mio vicino agricoltore il quale  riceve 1.200+ 950 euro di reversibilità prima non pagava nulla?.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.