In 3 mesi sparite 13.000 aziende agricole

agricoltura generica2“Ormai è una vera e propria emorragia: nel primo trimestre dell’anno oltre 13 mila imprese agricole sono state costrette a chiudere, soffocate dai costi sempre più alle stelle”. Lo denuncia la Cia-Confederazione italiana agricoltori, commentando i dati diffusi oggi da Unioncamere. Attualmente, spiega l’organizzazione, i costi produttivi incidono sulla gestione di un’azienda agricola tra il 60 e l’85%. A questo bisogna aggiungere l’aumento degli oneri previdenziali (+26% in poco meno di due anni) e burocratici, che incidono sull’occupazione e la competitività. Ad aggravare ulteriormente la situazione, prosegue, è la ‘stretta creditizia’(-22% finanziamenti al settore in 1 anno), mentre crescono le situazioni debitorie: due aziende agricole su tre, sostiene la Cia, sono gravate da debiti e tre su dieci non riescono più a fronteggiarlo, con il rischio di finire nella rete dell’usura. “Tutto questo scoraggia le imprese, gettandole nella disperazione, e certo l’Imu è stato un ulteriore ‘carico da novanta’. Ma l’agricoltura è fondamentale per il Paese. Ecco perché – conclude – insistiamo sull’esigenza di una svolta che soltanto un governo forte politicamente può dare. Da qui il nostro invito affinché si faccia presto. E’ a rischio il futuro di migliaia di imprese agricole”.
“Nel bilancio della nati-mortalità delle imprese, l’agricoltura è il settore produttivo che ha il saldo negativo maggiore (-13.106 unità), in linea con una tendenza ormai di lungo periodo”- sottolinea Confagricoltura, secondo la quale i dati del documento hanno una duplice lettura: da un lato mettono in evidenza il fenomeno di razionalizzazione e riorganizzazione del settore; dall’altro rilevano lo stato di ‘sofferenza’ di molte aziende, anche medio-grandi, schiacciate da costi produttivi “insostenibili”, ricavi non remunerativi e mercato interno in flessione. Da qui la richiesta urgente di “politiche per il lavoro, il credito, l’innovazione, la concorrenza, che permettano alle imprese agricole di strutturarsi, rafforzarsi e puntare sull’internazionalizzazione”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.