In arrivo il decreto per un’etichetta più trasparente

Dimensione maggiore e posizionamento piu’ centrale per l’indicazione di origine sulle etichette degli alimenti: sono queste le due principali novita’ contenute nel decreto ministeriale in materia di etichettatura d’origine degli alimenti, presentato oggi dal ministro delle Politiche agricole, Saverio Romano, presso il Mipaaf. Il decreto indica nel dettaglio le dimensioni dei caratteri (proporzionali al volume della confezione) e il posizionamento della dicitura (nello stesso campo visivo e in prossimita’ della denominazione di vendita). Duplice l’obiettivo del decreto, che riguarda le categorie di alimenti per le quali e’ gia’ prevista l’indicazione obbligatoria dell’origine in etichetta (olio d’oliva, carni bovine, milele, latte fresco, passata di pomodoro, carne di pollame solo per le importazioni da Paesi terzi): offrire al consumatore la possibilita’ di leggere immediatamente, senza difficolta’, la provenienza del prodotto; tutelare e valorizzare il lavoro dei produttori italiani e del made in Italy. ”Cio’ che e’ avvenuto con i cetrioli spagnoli o pseudo spagnoli – ha detto il ministro Romano – dimostra quanto sia importante riconoscere l’origine e la tracciabilita’ dei prodotti”. ”Questo provvedimento – ha continuato – non e’ rivolto solo ai consumatori: dara’ un grande vantaggio ai produttori, anche a coloro che pensano di perdere qualcosa, perche’ l’italianita’ del prodotto rafforzera’ il marchio”. Il provvedimento, ha detto a tal proposito il ministro, verra’ inoltre accompagnato da una campagna di promozione del made in Italy nei mercati piu’ importanti per il nostro export agroalimentare. Sulle possibili difficolta’ in sede europea, il ministro ha affermato che ”la chiarezza e’ una sfida non solo per l’Italia, ma per l’Europa intera: ”la qualita’ e’ la nostra arma, non possiamo pensare di vincere la sfida della globalizzazione senza tutelare le nostre eccellenze. Certo ci sono alcuni Paesi europei che non approvano questa logica, perche’ sono principalmente trasformatori”. ”Il nostro lavoro in sede Ue – ha concluso il ministro – e’ convincere tutti i Paesi che la tracciabilita’ e’ indispensabile per competere sul mercato globale”. Il decreto, che dovrebbe ora recepire alcune indicazioni fornite dalle organizzazioni dei produttori e dei consumatori, dovrebbe essere pubblicato sulla Gazzetta ”entro la settimana”.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.