In due mesi neve e pioggia cresciute del 43%

L’arrivo del maltempo con la caduta di neve e pioggia e’ il risultato di una tendenza che ha gia’ provocato nel 2010 un aumento del 43% delle precipitazioni in Italia a gennaio. E’ quanto emerge da un’analisi della Coldiretti sulla base dei dati della statistica mensile Ucea (Ufficio centrale di ecologia agraria). La neve, sottolinea la Coldiretti, ha un effetto positivo nel contrastare il rischio di siccita’ estiva poiche’ si scioglie lentamente e viene assorbita dal terreno con gradualita’ e senza dispersioni. Dal punto di vista agronomico porta sollievo all’agricoltura, sempre che, precisa la Coldiretti, non si verifichino abbassamenti eccessivi di temperatura con gelate e il peso del manto nevoso non determini danni alle colture o alle strutture agricole come le serre. Le precipitazioni in questa fase stagionale, afferma l’organizzazione agricola, sono quindi importanti per ripristinare le scorte idriche nel terreno che le coltivazioni potranno utilizzare per la crescita nel periodo primaverile e invernale. Per scongiurare il rischio di siccita’ estiva la caduta della pioggia deve avvenire, conclude la Coldiretti, in modo costante e durare nel tempo, mentre i forti temporali, soprattutto se si manifestano con precipitazioni intense, rischiano di provocare danni poiche’ i terreni secchi non riescono ad assorbire l’acqua che cade violentemente e tende ad allontanarsi per scorrimento.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.