In Emilia Romagna annata no per il frumento. In calo raccolto e rese

E’ appena terminata la trebbiatura dei cereali a paglia 2010 e la raccolta in Emilia-Romagna si e’ rivelata al di sotto delle aspettative. E’ questa l’analisi dell’ organizzazione di produttori Cereali Emilia-Romagna di San Giorgio di Piano (Bologna), la maggiore organizzazione di produttori cerealicoli d’ Italia con oltre 6.500 soci. Secondo il presidente Raimondo Ricci Bitti le rese per ettaro sono inferiori alla norma sia per le varieta’ di frumento tenero sia di duro. Grande alternanza produttiva con oscillazioni da 3 t/ha a 5,5-6, t/ha anche nell’ambito di stesse varieta’. Le caratteristiche merceologiche sono variabili ed in molti casi al di sotto degli standard abituali. Le quantita’ complessive ritirate quest’anno da Cereali Emilia-Romagna sono state complessivamente di 354.000 tonnellate (-14%). Il dato, inferiore sul 2009, e’ dovuto alla minor superficie investita (in particolare di frumento tenero e orzo) e alle rese caratterizzate da una forte disomogeneita’ territoriale. In regione, le superfici investite a cereali a paglia sono state inferiori del 7% rispetto allo scorso anno. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.