In Europa si accende il confronto sulla qualità e sui programmi di promozione


L’Europa e le organizzazioni che difendono da 20 anni il sistema di qualità alimentare sono giunti ad una svolta: “o lasciarlo soccombere, oppure rilanciare la qualità come fattore determinate per lo sviluppo economico. Tutto dipenderà dall’efficacia della politica di promozione a cui l’Europa saprà dare vita per i prossimi cinque anni”. Lo sostiene Mauro Rosati, segretario generale della Fondazione Qualivita per la valorizzazione dei prodotti alimentari, che oggi a Bruxelles ha promosso un ampio dibattito tra tutti gli attori della politica di promozione degli alimenti: dai rappresentanti del Ministero dell’agricoltura agli europarlamentari, dai funzionari Ue alle Università (Sapienza di Roma) alle organizzazioni, accolti nella ‘Casa della Banca del Monte dei Paschi di Siena dal responsabile Fabio Giannotti. Il dibattito ha avuto come tela di fondo il documento di strategia sulla promozione e informazione alimentare del commissario all’agricoltura Dacian Ciolos convinto che “i prodotti agricoli e agroalimentari della Ue vadano valorizzati più di quanto avvenga oggi sui mercati europei e mondiali”. Già ora le esportazioni del settore superano i 100 miliardi di euro, ma l’obiettivo – ha fatto sapere Ciolos – “passa da una nuova ambizione per la nostra politica di promozione e per l’attuazione di una vera strategia comunitaria di valorizzazione dei nostri prodotti”. E proprio partendo da questa sfida Qualivita ha lanciato tre nuove proposte. “Le prime due sono a costo zero – spiega Rosati – in quanto si tratta di sensibilizzare i consumatori tramite la Tv pubblica sul sistema di denominazioni di origine e indicazioni geografiche protette (Dop e Igp) in modo da riconoscere il prodotto di qualità”. Bruxelles si è detta infatti favorevole ad estendere l’accesso ai contribuiti europei, per programmi di promozione e informazione, anche a privati. Si tratta poi, aggiunge Rosati, “di formare i futuri consumatori inserendo l’informazione sul sistema di qualità nei programmi di insegnamento a livello ministeriale. Infine, ma non ultima, Qualivita propone “un’Agenzia europea per la promozione e il marketing delle Dop e Igp, o comunque organismi comunitari in grado di coordinare le politiche, gestire gli investimenti, verificarne l’attuazione”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.