In Francia un piano senza precedenti per salvare l’agricoltura

Sarkozy Un piano immediato e senza precedenti per salvare l’agricoltura francese in crisi profonda e’ stato annunciato dal presidente Nicolas Sarkozy che ha quantificato l’intervento in 1,65 miliardi di euro suscitando il plauso di diverse associazioni di categoria italiane. Il capo di stato francese ha anche fatto pubblicamente pressione su Bruxelles affinche’ vari misure di regolamentazione comunitaria. Il programma prevede 650 milioni di euro come ”sostegno eccezionale dello Stato” e un miliardo di euro in prestiti agevolati e Sarkozy ha assicurato che sara’ ”pienamente attuato” entro la fine dell’anno. L’annuncio e’ stato valutato positivamente da Cia, Confagri, Copagri e Fedagri. ”Il governo italiano dovrebbe seguire l’esempio della Francia”, ha commentando il presidente della Cia Giuseppe Politi rinnovando l’appello all’esecutivo ”affinche’ predisponga al piu’ presto misure straordinarie e concrete a sostegno dei produttori agricoli del nostro Paese che stanno vivendo una drammatica emergenza”. Il presidente di Confagricoltura Federico Vecchioni, ha sostenuto che ”Gli agricoltori francesi scendono in piazza e dopo pochi giorni ottengono 1,650 miliardi di euro, in Italia, invece, non c’e’ la percezione della gravita’ della crisi”. Tra settembre 2008 e il mese scorso l’indice dei prezzi alla produzione agricola in Francia e’ sceso del 20% e nello stesso periodo i prezzi al consumo dei prodotti alimentari sono scesi dell’1%: uno scarto senza precedenti considerato inaccettabile da Sarkozy perche’ rivela ”una ripartizione non equa del valore aggiunto all’interno della filiera”. Agli occhi del capo dello Stato, queste difficolta’ ‘senza precedenti’ sono anche il frutto prima di tutto ”della mancanza di regolamentazione europea e mondiale”. Parigi, percio’, ha invitato Bruxelles non solo a ”proporre soluzioni operative piu’ adatte alla realta” ma anche ad accelerare i suoi lavori, che, per quanto riguarda la filiera latte, starebbero andando troppo per le lunghe. Sarkozy ha anche annunciato l’intenzione di chiedere al consiglio europeo del 30 ottobre, che la commissione proponga entro l’inizio del 2010, un rafforzamento degli strumenti di regolamentazione del mercato del latte”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.