In Germania la “psicosi cetrioli” danneggia anche il Made in Italy

Il panico indiscriminato che si e’ diffuso in Germania a causa dell’epidemia del batterio E.coli provocata dal consumo di cetrioli contaminati provenienti dalla Spagna rischia di danneggiare ingiustamente anche l’Italia che nel Paese ha esportato verdure e legumi per un valore di 460 milioni di euro nel 2010 (+28% su base annua). Lo afferma Coldiretti, nel sottolineare che in realta’ l’Italia esporta soprattutto ortaggi diversi dai cetrioli ma la psicosi che si e’ diffusa tra i consumatori tedeschi riguarda anche le insalate e le verdure crude. In Italia bisogna evitare allarmismi – osserva Coldiretti – ma e’ consigliabile comunque preferire le ottime produzioni italiane verificando sull’etichetta la provenienza dei cetrioli acquistati. L’Italia importa cetrioli e cetriolini dalla Spagna per un quantitativo che ha superato gli 8 milioni di chili nel 2010.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.