In Italia 6 milioni di vegetariani, oggi giornata mondiale

Dalla fame al riscaldamento globale, dalle malattie all’uso sostenibile delle risorse. Il vegetarismo, secondo l’Enpa e molti autorevoli studiosi – tra cui Jeremy Rifkin e Umberto Veronesi – e’ la chiave di volta per risolvere molte delle situazioni emergenziali del pianeta.
“Solo il 20% della popolazione mondiale ha regolare accesso alle risorse alimentari – spiega Ilaria Ferri, direttore scientifico dell’Enpa, in occasione della giornata mondiale del vegetarismo – mentre il 26% della superficie terrestre e’ letteralmente invaso dagli allevamenti, ai quali e’ imputabile l’emissione del 18% dei gas serra, la distruzione di milioni di ettari di foreste e la perdita di biodiversita’, nonche’ la produzione annua di 1.050 miliardi di tonnellate di deiezioni”.
“Per mantenerli si sperpera una grandissima quantita’ di risorse – aggiunge Ferri -: occorrono piu’ di 16 chili di foraggi per produrre un chilo di carne. Inoltre occorrono circa 15mila litri di acqua per produrre un chilo di carne e appena 2mila per ottenere la stessa quantita’ di grano”. Ma non e’ soltanto una questione economica. Il vegetarismo, infatti, allunga la vita e ne migliora la qualita’. Una ricerca inglese durata 12 anni, che ha interessato un campione di oltre 60mila persone ed e’ stata pubblicata sul British Journal of Cancer, ha dimostrato che i vegetariani hanno meno probabilita’ di ammalarsi di tumore rispetto a chi mangia carne. I risultati sono impressionanti: i vegetariani hanno il 45% di probabilita’ in meno di sviluppare il cancro del sangue e il 12% di probabilita’ in meno di manifestare un qualsiasi tipo di tumore. Chi consuma molta carne – due volte al giorno, per esempio – vede aumentare del 35% il rischio di ammalarsi di cancro all’intestino. “A molti puo’ sembrare strano ma la carne puo’ essere un nemico della nostra salute – aggiunge Ferri -.
Sono numerosi gli studi che hanno dimostrato l’esistenza di una stretta correlazione tra un regime alimentare a forte contenuto di grassi saturi di origine animale e molte patologie, tra cui il cancro”. Il consumo di carne in Italia ed Europa continua a essere prevalente, tuttavia il numero di persone che si convertono al vegetarismo cresce di anno in anno. E proprio al nostro Paese, che conta oltre 6 milioni di vegetariani (Eurispes 2006) – pari a circa il 10% della popolazione – spetta il primato di nazione meno carnivora d’Europa, secondo un trend che dal 2002 al 2006 ha visto raddoppiare quanti hanno rinunciato alla “fiorentina”. “Se questa linea di tendenza dovesse proseguire – conclude Ferri – entro la meta’ del secolo, come pronosticato dall’Eurispes, dovremmo assistere allo storico sorpasso dei vegetariani; un sorpasso che contribuira’ certamente a salvare centinaia di milioni di animali innocente, ad allungare la vita e a migliorare la salute del pianeta e delle persone”. (AGI)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.