In Sardegna il virus Caev minaccia gli allevamenti caprini

caprettaUn virus minaccia gli oltre 270 mila animali del patrimonio caprino dell’isola. L’allarme è stato lanciato questa mattina dalla Coldiretti Sardegna: i possibili danni alle imprese sono stimati in diversi milioni di euro. Il pericolo si chiama Caev, artrite encefalite caprina virale: l’associazione denuncia la totale assenza di interventi di profilassi e, stando alle prime indagini di Coldiretti, avrebbe già fatto capolino nell’80% degli allevamenti isolani. “Un rischio – ha detto il presidente regionale Battista Cualbu – ma è bene precisare che non ci sono dei riflessi su latte e carni: sotto quel profilo si può stare tranquilli al cento per cento”. Le capre colpite dal Caev soffrono di artrite, mastite (l’indurimento della mammella comporta un calo della produzione del latte senza comprometterne però la qualità) ed encefalite, con disturbi e paralisi degli arti sino all’immobilita”. Al momento non esistono vaccini: si possono solo migliorare le difese virali degli animali selezionando e allevando solo quelli sierologicamente negativi al virus. Le pricipali richieste della Coldiretti sono rivolte soprattutto alla Regione: avviare il piano di risanamento degli allevamenti caprini con possibilità di ristoro economico per chi aderisce, e prevedere indennizzi per l’abbattimento dei capi. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.