In un decalogo le richieste di Lega Pesca al Mipaaf


Un decalogo per affrontare la crisi della pesca. Lo presentera’ Lega Pesca in occasione della riapertura del confronto istituzionale al ministero delle Politiche agricole sui temi caldi del settore. La delega al governo per il riordino del settore e la proroga annuale della programmazione, sono i due i punti di partenza su cui l’associazione ha ‘costruito’ il piano in modo da riprendere il filo del discorso a fronte del mutato scenario dovuto al cambio del ministro Zaia, all’arrivo del ministro Galan e al venir meno della delega al sottosegretario Antonio Buonfiglio. Tra i punti piu’ importanti del piano Lega Pesca indica lo sblocco di 30 milioni del pacchetto del 2009 controfirmato dal ministro Tremonti; misure di agevolazione fiscale o previdenziale per un’annualita’; erogazione di aiuti in regime de minimis per capitalizzazione e patrimonializzazione delle imprese; attivazione di periodi di fermo temporaneo a valenza eco-biologica con il ricorso alla cassa integrazione in deroga estesa anche al segmento del piccolo strascico costiero; creazione di un’Agenzia nazionale per aiutare sviluppo e competitivia’ dell’imprenditoria ittica; agevolazioni per l’accesso al credito per interventi di ristrutturazione e riconversione delle imprese; varo di un Piano di salvataggio per il piccolo strascico costiero.(ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.