Incendio al Parco delle Foreste Casentinesi. Disastro sventato

Grazie al pronto intervento l’incendio che ha colpito un pascolo all’interno del territorio protetto nei pressi di Lonnano non si è trasformato in un vero e proprio disastro ambientale.
C’era molto vento ed in pochissimo tempo le fiamme si sono propagate per circa un ettaro prima di essere domate dagli operatori intervenuti del servizio antincendio della Comunità montana del Casentino, dei vigili del fuoco di Pratovecchio e del corpo forestale dello stato del CTA del Parco nazionale.
Il direttore dell’area protetta a nome di tutto l’Ente ringrazia di cuore tutti coloro che hanno lavorato per domare le fiamme. Solo grazie a tale intervento non si è ripetuto anche qui il disastro accaduto pochi giorni fa in un altro parco nazionale, quello delle Dolomiti bellunesi, dove proprio partendo da un pascolo le fiamme hanno divorato centinaia di ettari particolarmente protetti.
I Parchi italiani ed il nostro, quello delle Foreste casentinesi sono sotto attacco. Evidentemente da parte di scellerati nemici dell’ambiente e con essi non solo le specie animali e vegetali protette ma anche le attività sostenibili in esse condotte dai soggetti privati. I pascoli dove è scoppiato l’incendio, frequentati certo da specie animali di grande pregio, sono infatti utilizzati anche per la produzione di qualità del maiale grigio del Casentino e del relativo prosciutto, che anche l’area protetta favorisce e tutela quale segno dell’integrazione tra uomo e ambiente.
“Questa volta – dichiara il direttore – la collaborazione tra tutti gli enti preposti ha funzionato e la tutela è stata nella sostanza garantita. Serve però tenere alta la guardia e per questo è necessario che non vengano meno, come invece sta accadendo da qualche anno, le risorse necessarie per la tutela, la prevenzione e la sorveglianza dell’Area Protetta, per difenderla dagli attacchi di persone senza scrupolo che utilizzano il fuoco non sapendo usare il cervello”.
Fino a che ci sarà il Parco e potrà lavorare in collaborazione con gli altri enti lo sforzo per la protezione sarà massimo, così come l’azione di controllo e di repressione dei reati.
Proprio su questo fronte l’attacco al Parco avvenuto con questo incendio non potrà fare altro che stimolare ancor più l’azione investigativa che la Forestale, con il CTA del Parco Nazionale, sta conducendo ormai da molti anni.

2 Commenti in “Incendio al Parco delle Foreste Casentinesi. Disastro sventato”

  • Luca scritto il 6 aprile 2011 ammercoledìWednesdayEurope/Rome 11:06

    Come al solito vengono dati meriti a chi non ha fatto nulla.
    I primi ad arrivare sul posto sono stati i Vigili del Fuoco del distaccamento di Pratovecchio che hanno spento tutto l’incendio da soli.
    Quabdo tutto era sotto controllo sono arrivati vari mezzi della Comunità Montana e subito dopo anche un mezzo della Forestale.
    Ho notato che spesso i media prediligono la Comunità Montana per tutti gli interventi boschivi senza curarsi di come sono realmente andate le cose: questo é molto scorretto sia per chi interviene direttamente sull’intervento sia per chi legge o ascolta le notizie.
    Vi invito a documentarvi prima di informare la gente.
    Grazie e buona giornata.

  • Redazione scritto il 6 aprile 2011 pmmercoledìWednesdayEurope/Rome 15:48

    Quelle pubblicate sono le notizie che abbiamo avuto, ci dispiace se non rispecchiano esattamente la realtà, ma non era nostra intenzione sminuire il lavoro di alcuno. Siamo comunque ben lieti di pubblicare anche la sua versione

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.