Indagine Swg, 70% agricoltori promuove Consorzi di Bonifica

Il 70% degli agricoltori è soddisfatto della distribuzione idrica nazionale gestita dai Consorzi di bonifica; il 66% considera ‘adeguate’ le tariffe applicate per una risorsa considerata ‘essenziale’ per il made in italy (69%), tant’è che il 33% vuole più acqua per il futuro. E’ quanto emerge dall’indagine Swg commissionata dall’Anbi e presentata questa mattina al ministero delle Politiche agricole, alla presenza del sottosegretario Roberto Rosso, sulla percezione dell’acqua presso le aziende agricole, sfatando il luogo comune che l’agricoltura sia un settore ‘sprecone’. Acqua quindi non più vissuta solo come risorsa, ma come vero strumento di competitività; lo dimostra il fatto che in tre anni è raddoppiato il numero di chi ricorre a dispositivi elettronici anti spreco, passato dal 22% del 2008 al 45%. “La nostra competitività si gioca anche sulla qualità del territorio e sul made in Italy – ha detto il presidente dell’Anbi, Massimo Gargano – perchè l’acqua non significa solo agricoltura ma anche turismo e paesaggio e questo lo si sa bene ormai”. Secondo l’indagine il 56% riconosce l’importanza del ruolo dei Consorzi di Bonifica (offrono gestione e manutenzione efficienti rispettivamente con 92% e 95%). Quanto alle priorità, secondo gli agricoltori, occorre non solo avere maggiore disponibilità idrica e per più tempo (23%), ma anche razionalizzarne meglio pianificazione e gestione (30%). Importante infine, secondo Swg, è l’adeguatezza delle tariffe, i cui costi sono comunque molto elevati. Oltre al contributo versato ai Consorzi, infatti, il 60% delle aziende deve far fronte ai costi per macchinari e attrezzature specifiche e sul 53% gravano anche oneri di manutenzione.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.