Inflazione: Confagri, i rincari colpiscono i produttori


I dati Istat sull’inflazione a novembre, che indicano come, con un aumento del 3,1% su novembre 2010 e dello 0,7% su ottobre 2011, i prezzi al consumo dei prodotti alimentari abbiano registrato il rialzo più forte dal febbraio 2009, allarmano Confagricoltura.

“E’ evidente – commenta l’organizzazione agricola – che il peso economico della spesa alimentare sui bilanci delle famiglie italiane sta diventando sempre maggiore, senza peraltro che dai rincari venga alcun beneficio per gli agricoltori, colpiti dagli aumenti sia come consumatori, sia come imprenditori, visto che da tempo si trovano a dover fare i conti con costanti rialzi dei prezzi dei mezzi di produzione”.

“Questi dati – osserva Confagricoltura – sono antecedenti all’entrata in vigore della manovra, i cui effetti si sentiranno nei prossimi mesi e, come avvertono le previsioni delle organizzazioni dei consumatori, porteranno ad un’accentuazione delle tendenze all’abbandono del risparmio, alla riduzione dei consumi ed all’impoverimento, già iniziate a registrarsi nei mesi scorsi”.
“In tutto ciò – sottolinea ancora Confagricoltura – le imprese agricole si vedono anche minacciate da un’imposizione fiscale sui fabbricati rurali, il cui reddito era già ricompreso in quello dei terreni, che in pratica rischia di diventare una duplicazione d’imposta”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.