Inflazione: Confagri, le imprese agricole pagano il conto del minor carovita


“La battuta d’arresto dell’inflazione a luglio (3,1% su base annua, contro il 3,3% di giugno) è un fatto certamente positivo, ma non si può dimenticare come il tasso di crescita dei prezzi al consumo in Italia sia comunque superiore a quello medio dell’Eurozona (2,4% a luglio su base annua). Se poi si aggiunge che la frenata dei prezzi è causato, almeno in parte, dal rallentamento dei consumi alimentari e che il prezzo della frutta fresca è sceso addirittura dell’8,8% a luglio, il già critico panorama delle aziende agricole non può che diventare ancor più preoccupante”. Così Confagricoltura commenta i dati Istat dell’inflazione diffusi oggi.

Confagricoltura pone poi in evidenza come a luglio il divario tra le quotazioni dei prodotti in campo e quelle sugli scaffali della distribuzione resti marcato; i prezzi all’origine registrano 2,2% su base annua e -1,7% a luglio su giugno.

“Urgono misure – conclude Confagricoltura – per ridistribuire il valore lungo la filiera e dar modo alle aziende del settore primario con maggiore vocazione all’export ed al mercato di sviluppare tutta la loro potenzialità competitiva”.

Un Commento in “Inflazione: Confagri, le imprese agricole pagano il conto del minor carovita”

Trackbacks

  1. Inflazione in calo a luglio … – La Repubblica | Sindacato UNSIAU

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.