Inflazione: Copagri, prezzi alimentari in ribasso

Il carrello della spesa in un supermercato in una foto d'archivio.  ANSA / FRANCO SILVI

Prezzi al consumo in calo, ritorno della deflazione e diminuzione della fiducia degli italiani con le famiglie che tendono al massimo risparmio. Lo afferma la Copagri, nel precisare che i dati sui prezzi al consumo diffusi oggi dall’Istat si aggiungono ad un quadro economico dove non si registrano sostanziali segni di ripresa, con i consumi che non riescono a decollare. Di tale quadro, precisa la Confederazione, è emblematico il calo su base annua dei prezzi di beni essenziali come gli alimentari (-0,4%), che si accentua per i prodotti all’origine dove si registrano perdite diffuse in tutte le categorie, con picchi tra il 40% e oltre il 60% negli ortaggi, in particolare per i prodotti da serra tra cui melanzane, peperoni e pomodori, nei cereali, dove il grano duro perde il 30,5%, negli oli d’oliva, con l’extravergine sotto di oltre 37 punti e poi ancora negli agrumi, con arance e mandarini con un calo dei prezzi non inferiore al 15%. Per la Copagri, occorre fare di più a livello generale, per ridurre la pressione fiscale, creare occupazione e reddito e rilanciare così i consumi, e in particolare, per eliminare i margini di speculazione esistenti nella filiera agroalimentare che ancora impediscono un’equa redistribuzione del valore aggiunto.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.