I cibi che tengono lontana l’influenza

supermercato frutta
Mentre mezz’Italia è imbiancata dalla neve quasi quattro italiani su dieci hanno modificato la propria dieta consumando piu’ frutta e verdura (31%) o aggiungendo integratori (8%) per proteggersi dal rischio dell’influenza che aumenta con gli sbalzi termici provocati dal forte abbassamento della temperatura.
E’ quanto emerge da un sondaggio on line condotto dal sito www.coldiretti.it . Tendenza confermata – precisa l’organizzazione agricola – dalle rilevazioni Nielsen Italia che già ad ottobre registravano incrementi significativi nelle vendite di frutta fresca confezionata (+14,3%), pomodori (+12,3%), verdure confezionate pronte (+11,2%) ma anche di probiotici al cucchiaio (+9,8%) e yogurt (+5,1%). Coldiretti consiglia inoltre, con l’arrivo del maltempo, di aumentare le calorie consumate, iniziando la mattina con latte, miele o marmellata e portando poi a tavola soprattutto zuppe, verdure, legumi e frutta.
Una dieta piu’ calorica aiuta infatti a rafforzare, con l’apporto di vitamine, le difese immunitarie dal rischio dell’insorgenza dell’ influenza. Oltre a frutta a verdura non devono mancare – continua la Coldiretti – latte, uova e alimenti ricchi di elementi probiotici quali yogurt e formaggi come il parmigiano e, per alcuni esperti, anche il miele e l’aglio, che contiene una sostanza, l’allicina, particolarmente attiva nella prevenzione. Fondamentale e’ assumere verdure di stagione, soprattutto quelle ricche di vitamina A (spinaci, cicoria, zucca, ravanelli, zucchine, carote, broccoletti, ottimi anche cipolle e aglio possibilmente crudi per la valenza antibatterica non indifferente), perche’ danno il giusto quantitativo di sali minerali e vitamine antiossidanti che sono di grande aiuto per combattere le conseguenze dello stress del cambio di stagione sull’organismo. Inoltre non vanno trascurati piatti a base di legumi (fagioli, ceci, piselli, lenticchie, fave secche) perche’ contengono ferro e sono ricchi di fibre che aiutano l’organismo a smaltire i sovraccarichi migliorando le funzionalita’ intestinali.
Per la frutta, di grande importanza per il grande contenuto di vitamina C, Coldiretti suggerisce quella di stagione come i kiwi, clementine e arance, rigorosamente italiane per evitare che i trasporti ne riducano il contenuto vitaminico. Infine, una buona dose di carne nella dieta non puo’ fare che bene visto che in un soggetto normale – conclude Coldiretti – l’assunzione di proteine deve essere compresa tra 0,8-1,3 grammi per chilo di peso corporeo.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.