Ippica: il montepremi non viene toccato

Il Consiglio di amministrazione dell’Unire ha deliberato il bilancio di previsione per il 2010 lasciando intatta la cifra prevista per il montepremi a 215 milioni di euro. Lo comunica l’Unire in una nota nel sottolineare che e’ ”comunque intenzione del Consiglio elevare il montepremi a 218 milioni di euro in sede di variazione di bilancio, sempre che le condizioni lo consentano, anche attingendo ad altri capitoli di spesa”. Il Cda dell’Unire ha quindi accolto le istanze degli operatori dell’ippica che avevano reclamato la certezza dei premi per il 2010 e l’invarianza della cifra indicata, a fronte dei rilievi del Collegio sindacale dell’Ente che premeva invece per destinare parte della quota montepremi al recupero dei debiti. L’Unire, si legge nella nota, pur comprendendo la posizione del Collegio Sindacale, ha ritenuto necessario privilegiare gli investimenti per il piano di rilancio dell’ippica”. Il Cda ha poi deliberato il Regolamento corse e giustizia sportiva con lo stralcio della clausola compromissoria che verra’ presa in esame nella prossima riunione. Il comitato di crisi dell’ippica italiana, che da tre giorni occupa il quarto piano dell’Unire chiedendo certezza di risorse per il settore, ha dichiarato in una nota di ”apprezzare la disponibilita’ prestata dal Cda dell’Unire e dal segretario generale alle istanze sottoposte alla loro attenzione. In particolar modo si riscontra l’invarianza del montepremi per l’anno 2010, il recepimento delle osservazioni presentate in riferimento al nuovo regolamento delle corse, nonche’ il riconoscimento della necessita’ del varo della cassa di previdenza ed assistenza allenatori, guidatori e fantini”. Il Comitato di crisi non togliera’ pero’ il presidio all’interno dell’Ente, in attesa che il ministero delle politiche agricole ratifichi quanto deciso in Consiglio e contemporaneamente proceda ad assicurare una governo stabile dell’Ente, attento alle istanze delle categorie e all’indispensabile avvio del piano di rilancio dell’ippica italiana”.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.