Ippica: serve riassetto, parola di Ministro

Riassetto del settore ippico attraverso il rilancio della competitività e sostenibilità, fondato in linea di principio su una serie di dinamiche di mercato che escludano approcci di tipo assistenziale. Questo in sintesi il risultato di un incontro tra il ministro delle politiche agricole Mario Catania con i vertici di Unire/Assi, Agenzia per lo sviluppo del settore ippico, per un’analisi della crisi che investe il comparto. “Intendo avviare un confronto con il Ministero dell’Economia individuando il percorso più appropriato, valutando anche l’opportunità di un riassetto organico da perseguire con iniziative legislative” ha detto in proposito Catania. Tra emergenza finanziaria, proteste delle categorie e una serie di pendenze tra lo stesso ente e l’Aams (amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato), la situazione è tale da richiede che richiede “interventi più radicali da realizzare nell’arco dei prossimi mesi” si legge in una nota del dicastero sui risultati dell’incontro del ministro con il commissario e il direttore generale di Unire-Assi, Claudio Varrone e Francesco Ruffo Scaletta. Le direttrici del riassetto potrebbero essere improntate su “uno sforzo di riqualificazione del settore che deve rilanciare i propri valori sportivi, ambientali e ricreativi, evidenziando al tempo stesso le radici che il comparto ippico ha nell’allevamento italiano e le connesse ricadute in termini occupazionali; una necessaria revisione, da condurre con il Ministero dell’Economia e Aams, del sistema delle scommesse e dei prelievi garantiti sulle medesime; un fondamentale ripensamento del modo in cui la scommessa ippica viene proposta sul mercato, anch’essa questione che dovrà essere approfondita con il Ministero dell’Economia e Aams. E ancora: “un necessario snellimento e una razionalizzazione dell’agenzia che punti a un miglioramento dell’efficienza e a un’apprezzabile economia di gestione. Catania ha infine invitato i rappresentati dell’Ente “a proseguire gli incontri e il confronto avviati con la filiera tutta”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.