Ippica: Unire rassicura “le risorse sono in arrivo”. Ma le categorie vogliono sapere la data

cavallo ippodromo

Sale l’attesa del mondo dell’ippica per i 150 milioni stanziati per l’Unire dal ministro Zaia ma non ancora a disposizione dell’Ente pubblico. Il dato di fatto e’ emerso in un incontro dell’Unire con le categorie ippiche, in cui sono stati presentati i contenuti delle linee di indirizzo strategiche per il rilancio del settore italiano indicate nel luglio scorso dal Ministero delle politiche agricole. ” I soldi sono in arrivo, abbiamo la rassicurazione del ministro – ha detto il presidente dell’Unione nazionale per l’incremento delle razze equine, Goffredo Sottile – e’ un problema di cassa non di competenza”. A questo proposito il segretario generale Riccardo Acciai ha tenuto a precisare di ”aver gia’ preparato tutti i mandati, in modo che quando arriveranno in cassa il giorno dopo saranno gia’ fuori”. Ma le categorie non ci stanno, vogliono sapere la ‘data certa’ in cui verranno versate le risorse, avendo gia’ dovuto anticipare 80 milioni di euro, per fronteggiare un calo del 30% delle scommesse registrate nel 2009 rispetto all’anno precedente. Giudizio positivo da parte del mondo dell’ippica per quanto riguarda i contenuti dei 10 punti del piano di rilancio, le cui consultazioni dovrebbero concludersi entro la prima meta’ di novembre. Un piano che per il momento, come hanno precisato dall’Unire, rappresenta ”uno schema generale migliorabile e affinabile nelle sue singole parti, che sara’ successivamente completato con la parte economica”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.