Ispra: ogni giorni si perdono 100 ettari di suolo agricolo e naturale

A livello nazionale il consumo di suolo agricolo e naturale ha ormai superato i cento ettari al giorno, mangiati dall’espansione dei centri urbani. E’ la denuncia dell’Ispra (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale), che ha sviluppato un sistema di monitoraggio in grado di quantificare e valutare il consumo di suolo e la sua impermeabilizzazione, una delle cause dei fenomeni alluvionali. La superficie impermeabilizzata copre ormai più del 6% del territorio italiano con i valori più alti concentrati in Lombardia, Puglia, Veneto e Campania. “Siamo ormai in una fase in cui non è più possibile procrastinare la salvaguardia del suolo e l’adozione di politiche di gestione sostenibile del territorio”, afferma l’Ispra nell’articolo ‘Il consumo del suolo’. “L’obiettivo primario da perseguire – continua l’istituto – dovrebbe essere la riduzione del tasso di trasformazione del territorio agricolo e naturale, con la perdita di aree ad alto valore ambientale e culturale” secondo le tre linee guida della direzione generale per l’Ambiente della Commissione europea: limitazione, mitigazione e compensazione del consumo del suolo.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.