Istat: a luglio spesa più cara del 3,4%

Anche a luglio il carrello della spesa ha registrato un aumento di prezzi superiore alla media. Per il raggruppamento dei prodotti acquistati con maggiore frequenza (dal cibo ai carburanti) la crescita è stata del 3,4% su base annua, contro un tasso d’inflazione al 2,7%. Rispetto al mese scorso, in termini tendenziali, l’indice dei prezzi della lista dei beni che rientrano nella spesa quotidiana è lievemente diminuito (era +3,5% a giugno). Lo comunica l’Istat, aggiungendo che su base mensile a luglio i prezzi dei prodotti acquistati con maggiore frequenza dai consumatori sono rimasti invariati.
L’inflazione acquisita per il 2011 è pari al 2,5%, mentre quella di fondo, calcolata al netto di beni energetici e alimentari freschi, si stabilizza al 2,1% (al netto dei soli beni energetici, il tasso di crescita tendenziale dell’indice dei prezzi al consumo scende al 2,1% dal 2,2% di giugno). L’Istituto spiega che la spinta più forte alla dinamica dell’indice generale, a luglio, deriva dall’aumento congiunturale del 2% dei prezzi dei beni energetici, che determina una netta accelerazione del loro tasso tendenziale di crescita (10,7% dal 9,3% di giugno). Un impatto significativo deriva anche dal rialzo congiunturale dei prezzi dei servizi relativi ai trasporti (+1,9%). Invece, il principale effetto di contenimento si deve alla diminuzione congiunturale dei prezzi dei beni alimentari non lavorati (-2,5%). L’indice armonizzato dei prezzi al consumo per i Paesi dell’Unione europea (Ipca) diminuisce dell’1,7% su base mensile e aumenta del 2,1% su base annua (era +3,0% a giugno). Anche in questo caso si conferma la stima preliminare. Analizzando i capoluoghi di Regione, Aosta (+3,9%), Bari e Bologna (per entrambe +3,4%) sono le città in cui i prezzi registrano gli aumenti più elevati rispetto a luglio 2010. Le variazioni più moderate riguardano Ancona (+2,1%) e Palermo (+2,2%).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.