Istat, prezzi carrello spesa a +1,3% a novembre. Verdure a +10,3%

Il carrello della spesa in un supermercato in una foto d'archivio. ANSA / FRANCO SILVI

I prezzi, su base annua, del cosiddetto carrello della spesa (prodotti alimentari, per la cura della casa e della persona) passano a novembre al +1,3%, dal +1,5% di ottobre. Lo rileva l’Istat, confermando le stime già diffuse. Nonostante il rallentamento resta invariata e ampia la forbice rispetto al tasso d’inflazione generale (+0,1%). Un divario dovuto principalmente ai beni energetici (non compresi nel carrello della spesa e in forte ribasso).

A spingere il carrello della spesa è l’aumento del 10,3% delle verdure che sono in controtendenza e contribuiscono a far salire i prezzi dei prodotti alimentari dell’1,6%, sedici volte più della media dell’inflazione. E’ quanto emerge da un’analisi della Coldiretti sui dati Istat, dalla quale si evidenzia come l’aumento ora debba trasferirsi alle imprese agricole con un’adeguata remunerazione dei prodotti, che in molti casi si trovano tuttora al di sotto dei costi di produzione.
Tra gli alimentari su base annua, ad aumentare sono anche i molluschi freschi (+4,9%), la frutta fresca (+5,5%) e il pesce fresco di mare di pescata (+1,6%). L’andamento degli alimentari, precisa la Coldiretti, è influenzato dalle condizioni stagionali, dall’avvicinarsi del Natale ma anche dall’aumento della spesa delle famiglie italiane in alimenti e bevande che ha invertito la rotta e torna ad aumentare, prevedendo a fine anno uno 0,3% di crescita cumulata nei dodici mesi. La spesa alimentare, conclude la Coldiretti, è uno speciale indicatore dello stato dell’economia nazionale poiché si tratta della principale voce del budget delle famiglie, dopo l’abitazione con un importo complessivo di 215 miliardi.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.