Italia-Iran: Assolatte, imprese lattiero-caseario in missione

formaggi3
Una delegazione delle più rappresentative aziende esportatrici del settore lattiero-caseario parteciperanno alla missione ufficiale italiana a Theran il 9 e il 10 febbraio, guidata dal ministro Martina, per riaprire questo mercato. Lo fa sapere Assolatte, nel precisare che la progressiva riduzione delle pesanti sanzioni economiche internazionali che, negli ultimi 40 anni, hanno messo in ginocchio l’economia dell’Iran, sta aprendo nuove prospettive commerciali a molte produzioni italiane, a cominciare da quelle lattiero-casearie. L’Iran è tra le prime 20 economie mondiali e la Banca Mondiale prevede che crescerà del 5,8% nel 2016 e del 6,7% nel 2017. Prima che scattassero le sanzioni, afferma Assolatte, l’Iran rappresentava un mercato interessante per i prodotti lattiero-caseari italiani che si è man mano ridotto, passando dai 35 tonnellate di formaggi esportati nel 1978 ad appena 161 kg nel 2015. Oltre al mutato contesto politico interno e all’embargo internazionale, secondo Assolatte, hanno pesato anche i dazi, le barriere doganali imposte da Teheran e il contingentamento dei beni autorizzati a essere importati nelle zone franche del Paese. Venendo meno l’import di latte, burro e formaggi, l’Iran si è affidato alla produzione interna che esportata e oggi rischia di piazzare i suoi formaggi sugli scaffali dei supermercati e nei ristoranti russi, al posto di quelli italiani; avendo superato i controlli sanitari, è in procinto di ottenere l’autorizzazione a vendere i suoi prodotti a Mosca, privata dei formaggi europei a causa dell’embargo deciso da Putin. Quanto alla produzione casearia iraniana l’ufficio studi Assolatte stima che superi le 265 mila tonnellate, rappresentate soprattutto da formaggi tradizionali, prevalentemente a pasta molle e simili alla feta. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.