Italia seconda in Europa consumo acqua pro capite

acqua rubinettoQuanta acqua consuma ogni giorno una persona? Oltre 5mila litri pro capite se si considera che in media ogni individuo beve fino a 2 litri d’acqua al giorno e ne utilizza i restanti per lavarsi, per cucinare, per nutrirsi. Perché se è facile quantificare l’uso di acqua da bere o prestare attenzione a non sprecarne, per esempio chiudendo il rubinetto mentre ci si lava i denti, più complicato è tenere conto di quanta invece se ne consumi in maniera indiretta. Ossia è più difficile tenere il conto della cosiddetta acqua ‘invisibile’ o ‘virtuale’.
Alla vigilia della Giornata mondiale dell’Acqua, il 22 marzo, Barilla Center for food and nutrition presenta, a Napoli, la seconda edizione di “Eating Planet. Cibo e sostenibilità: costruire il nostro futuro”. Il libro (Edizioni Ambiente) raccoglie i dati relativi all’impronta dell’uomo nel mondo, al suo impatto ambientale e indica la strada per la sostenibilità ecologica.
In Europa, così come emerge dal libro, l’Italia è maglia nera per impronta idrica pro capite, con un totale annuo di 2.232 metri cubi di acqua dolce. Un quantitativo che viene calcolato considerando il volume totale di acqua dolce impiegata in tutte le fasi di riduzione, anche quella cosiddetta ‘virtuale’ o invisibile, perché non contenuta direttamente nel prodotto.
In Italia, quest’acqua virtuale contribuisce all’89% del totale del consumo giornaliero. Il consumo dell’acqua varia anche in base al tipo di dieta che si osserva. Così, per esempio, un regime alimentare ricco di carne, comporta un commuto d’acqua ‘virtuale’ che oscilla tra i 4mila e i 5.400 litri, a differenza di una dieta vegetariana che, invece, va dai 1.500 ai 2.600 litri. Un dato da non dimenticare è che il pianeta Terra dispone di 1,4 miliardi di chilometri di cubi di acqua. Di questo, però, solo lo 0,0001% del totale è effettivamente disponibile per l’utilizzo dell’uomo. Tra agricoltura, industrie e famiglie, è il settore agricolo a consumare più acqua con il 70% del totale. Al secondo posto l’industria con il 22%, infine l’uso domestico con l’8%. Il peso dell’agricoltura è ancora più alto nei paesi a medio e basso reddito dove il consumo raggiunge anche il 95% mentre in quelli più sviluppati predomina il consumo di acqua per uso industriale con il 59%. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.