Italian sounding, prima vittoria in Germania a favore del Made in Italy

Parmesan 1L’associazione italo-tedesca “Italian Sounding e. V.”, di cui fa parte Confagricoltura, nata anche per contrastare e impedire la commercializzazione e vendita di prodotti “falsamente” italiani, ha conseguito la prima importante vittoria nei confronti di produttori di pasta che esponevano alla Fiera Internazionale del Food di Anuga a Colonia confezioni con le diciture “Italiano”, “Milano”, “San Remo” e la bandiera dell’Italia, pur trattandosi di prodotti di origine non italiana.
Per conto dell’associazione, gli avvocati Rodolfo Dolce e Mattia Dalla Costa (CBA Studio Legale), hanno ottenuto dal Tribunale di Colonia due importanti provvedimenti di inibitoria: i prodotti provenienti dall’Egitto e Dubai, individuati e segnalati dall’associazione, non potranno più essere venduti o commercializzati in Germania.
L’associazione Italian Sounding e. V., costituita a Roma a febbraio 2015 dalla Camera di Commercio Italiana per la Germania di Francoforte e dalla Camera di Commercio Italo-Tedesca di Monaco-Stoccarda, Confagricoltura e da altri membri, tra cui Unioncamere, è impegnata nel contrastare e impedire la commercializzazione e vendita di prodotti che, attraverso l’utilizzo di indicazioni geografiche, immagini e marchi, evocano l’Italia per promuovere e commercializzare prodotti non di origine italiana.
“Questo risultato è fondamentale per la lotta al fenomeno di contraffazione denominato italian soundin – ha dichiarato Mattia Dalla Costa, partner di CBA Studio legale e tributario – perché deriva dal fatto che il diritto tedesco, a differenza di quello italiano, non conosce una normativa specifica a favore del MADE IN, ma deve fondarsi soprattutto sui principi generali in materia di concorrenza sleale (UWG). L’associazione continuerà a individuare e contrastare chi utilizza l’italianità per truffare i consumatori e creare un danno alle eccellenze del nostro Paese”.
Giandomenico Consalvo, vicepresidente di Confagricoltura e Barbara Rizzato, amministratore di Alessi Deutschland, presidenti di Italian Sounding e. V, hanno ribadito che “l´associazione ricopre un ruolo molto importante nella tutela del made in Italy e nella lotta ai prodotti che vengono falsamente commercializzati come italiani. Un fenomeno fortemente diffuso non solo negli USA, in Canada o in China ma anche nella UE, dove sempre più produttori non italiani utilizzano nomi, parole o la bandiera italiana per meglio veicolare i loro prodotti di origine non italiana”.
Il risultato si registra a due settimane dal collegamento da Expo tra gli imprenditori italiani presenti alla fiera di Anuga e il ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali Maurizio Martina, che ha ribadito il sempre più importante sostegno del governo alla tutela dei prodotti italiani e alla lotta contro il fenomeno dell’italian sounding.
 
 

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.