Junk food: Calabrese, bene regolamentarlo ma no alla tassa

“Regolamentare il junk food è una idea giusta, ma non si diminuisce questo cibo, ad alto contenuto di grassi e squilibrato, tassandalo. Se così fosse oggi non ci sarebbero più fumatori in Italia”. Lo ha detto, a margine di un incontro Assovetro, il nutrizionista e dietologo Giorgio Calabrese, secondo il quale “il ministro Renato Balduzzi “é armato di buone intenzioni, ma la tassa sarebbe disorientativa. Potrebbe portare al risultato opposto. A tavola il proibizionismo sollecita spesso la trasgressione. Meglio educare la classe medica, ancor più i pediatri, e la classe docente”. La dietologia, ha osservato l’esperto che è anche membro dell’ Adi (Associazione Dietologi italiani) presieduta da Lucio Lucchini, “é materia complicata, che tuttavia è materia complementare nella formazione universitari. I medici italiani sanno fare spesso miracoli in medicina, ma non sanno gestire il concetto di alimentazione, è tema fuori competenza. Negli ospedali e nelle case di riposo sono frequenti – ha affermato Calabrese – i casi di malnutrizione. E nelle case va controllato cosa c’é in frigo, o come si recuperano gli avanzi. Il rapporto col junk food va dunque regolamentato in ogni sede, e lo strumento più efficace è l’educazione, il concepire la preparazione sul tema come strumento di prevenzione, e anche di cura. Capisco e lodo le intenzioni del ministro Balduzzi – ha concluso – ma chiedo l’attuazione di politiche di sensibilizzazione”.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.