L’Aiab lancia il disciplinare per il vino bio

La vendemmia 2010 inizia con una notizia senza precedenti per gli amanti del buon vino naturale.
L’Associazione Italiana Agricoltura Biologica lancia il disciplinare per il vino biologico. Con questa mossa, l’Aiab vuole superare l’empasse creatasi lo scorso giugno, quando la Commissione europea ha ritirato la proposta di regolamento sulla vinificazione biologica per il mancato accordo tra le diverse esigenze degli Stati. Dunque, il logo europeo, con tanto di regolamento sulla vinificazione e la foglia verde con le stelline sulle etichette del vino non andra’ in bottiglia con la prossima primavera. Ci rimane solo il “vino da uve biologiche”? No! Aiab ed altre associazioni europee hanno deciso di supplire con i disciplinari privati allo stallo del settore pubblico e coordinare i propri disciplinari sotto il nome della “carta europea per il vino biologico”. Aiab ha adeguato di conseguenza i propri disciplinari, adattandoli all’ultima bozza proposta dalla Commissione Europea, ed in collaborazione buona parte degli enti di controllo italiani e’ a disposizione dei vignaioli seri che vogliano dare il segnale che “il vino biologico buono c’e'”. Cristina Micheloni, coordinatrice scientifica di Aiab e del progetto europeo Orwine, commenta: “Se tanti produttori aderiranno non solo si potra’ finalmente riconoscere sul mercato chi l’approccio bio lo applica anche alla cantina e non solo al vigneto ma forse spingera’ ‘la politica’ a riprendere il suo compito e portare a termine il tanto travagliato regolamento”.(AGI)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.