L’arrivo del maltempo mette a rischio la vendemmia

L’arrivo improvviso del maltempo, con la caduta di grandine, mette a rischio una ottima vendemmia che é stata anticipata fino a 15 giorni e che si prevede contenuta (-5%) per effetto di un andamento climatico anomalo tale da aver inciso anche sul raccolto di pomodoro destinato a polpe o passate (-20%) e sul grano duro nazionale per la produzione di pasta (-6%). Coldiretti così stima gli effetti sui prodotti simbolo del made in Italy di un andamento climatico estremo che in diverse parti del mondo si è manifestata con uragani, siccità e temperature da record. Le coltivazioni – si sottolinea in una nota – hanno fortemente risentito dell’andamento del clima in Italia con la pioggia di giugno seguita da un luglio fresco al nord ma caldissimo al sud e da un agosto segnato nella seconda metà da un inaspettato caldo torrido. L’improvviso caldo di fine estate ha provocato – continua la Coldiretti – un forte stress sulle piante di pomodoro e secondo le stime elaborate dalle Unioni nazionali la produzione complessiva di pomodoro da avviare alla trasformazione non dovrebbe superare i 45 milioni di quintali, con una riduzione di oltre il 20 per cento anche per effetto della riduzione delle superfici messe a coltura, rispetto allo scorso anno. Ma l’andamento climatico anomalo con le ondate di maltempo, che hanno condizionato a più riprese le semine annuali, ha anche provocato una riduzione stimata del 6 per cento per il grano duro nazionale destinato alla produzione di pasta. Per la vendemmia, una primavera più calda rispetto alla media e un’estate che ha garantito un’ideale alternanza fra temperature calde durante il giorno e fresche durante la notte ha assicurato in generale una buona condizione delle uve anche se purtroppo – rileva la Coldiretti – è caduta della grandine a giugno e luglio in alcune zone vitivinicole del Paese. La raccolta si prevede pertanto di ottima qualità sui 44 milioni di ettolitri, inferiore del 5 per cento rispetto al 2010 prevalentemente a causa del caldo torrido della seconda quindicina di agosto, che ha influito sulla resa. Molto dipenderà comunque dalle prossime settimane che saranno determinanti per dare un giudizio definitivo sulla vendemmia sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.